Dura (Cima) o Durreck da Riva di Tures

difficoltà: F :: :: :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1650
quota vetta (m): 3135
dislivello complessivo (m): 1500

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: annagarelli
ultima revisione: 27/08/16

località partenza: Riva di Tures (Campo Tures , BZ )

cartografia: Kompass 1:25000 Ahrntaler Berge (I monti della valle Aurina)

bibliografia: Cime solitarie Alto Adige-Dolomiti M Marchel

accesso:
Val Pusteria, Brunico, Campo Tures, Riva di Tures. Partenza dalla chiesa, o poco sopra a sinistra, per la strada che passa dalla pizzeria Florian e dopo circa 500 metri è chiusa al traffico.

note tecniche:
E' la montagna più alta della catena tra valle Aurina e valle di Riva. Molto panoramica e con la cima rocciosa e ripida.
La salita , nonostante l'aspetto non è difficile ( il testo citato in bibliografia la classifica EE).
Noi, per prudenza, la valutiamo al limite inferiore dell'alpinismo perché il tratto finale, anche se poco esposto e su roccia buona, è piuttosto continuo e richiede frequente uso delle mani per l'arrampicata. Salita molto diretta e in parte fuori sentiero.

descrizione itinerario:
Dalla chiesa prendere il sentiero n° 10 che sale verso sinistra e confluisce in una bella strada sterrata (quella che passa dalla pizzeria Florian). Si prosegue per la comoda poderale e a quota 1950 nei pressi di una serie di fienili in legno, si incontra la strada panoramica.
La si segue verso destra (1A) per 500 m fino alla Unterrieser Alm quota 1990 m (punto di ristoro).
Dietro la casa si abbandona la strada per salire a sinistra su tracce di sentiero e passaggi di mucche, in zone in parte fangose. Dopo un breve tratto il sentiero obliqua a sinistra, raggiunge un pianoro e poi va decisamente a destra.
A quota 2220 attraversa un rigagnolo; si sale ora più direttamente per ripidi pendii erbosi e brevi pietraie, con vaghe tracce e rari ometti, puntando alla conca situata a sud della cima, sovrastata da alte pareti verticali e da uno stretto canale nevoso.
A un ripiano pietroso (quota 2580) si ritrovano ometti più frequenti e il sentiero che si porta verso le rocce di destra passando nei pressi di una lapide fissata alla parete.
Più in alto si supera sulla destra un breve salto di roccia e per un canalino si sbuca sull'ampia dorsale sud est della cima Dura.
Per tracce di sentiero si giunge alla parete terminale alta poco più di 100 metri.
Si supera questo ultimo tratto in parte in cresta e in parte sulla parete di sinistra su bella roccia non difficile (ometti ).