Alta Luce o Hochlicht da Staffal, discesa Vallone di Salza

difficoltà: BC+ :: EC :: S4 :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1815
quota vetta/quota massima (m): 3184
dislivello salita totale (m): 1414
lunghezza (km): 16
disl. da portare (m): 930

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Rocciaclimb
ultima revisione: 24/08/16

località partenza: Staffal (Gressoney-la-Trinitè , AO )

note tecniche:
Gita dal dislivello e sviluppo contenuto ma dalle difficoltà altissime sempre continue x tutta la discesa: terreno ripido, gradoni, infiniti tornanti stretti e una miriade di pietre affioranti ovunque.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio di Staffal tornare indietro di un centinaio di metri e salire verso la frazione Tschaval sulla sx (indicazioni x Gabiet, Colle Salza).
Al termine dell'asfalto comincia un buon sterrato con ripide rampe fino ad un tornante a sx con diramazione dove diritto si stacca il nostro percorso.
Giunti al torrente, lo si oltrepassa e si comincia con la prima dose di durissimo portage (circa 250mt) fino a ricongiungersi con un'altra sterrata dall'aspetto più pedalabile che proviene da sotto (da verificare però la possibile ciclabilità del tratto basso).
Si continua verso sx ed in breve si perviene al Gabiet m.2310; si superano i vari ristoranti/bar e ad un quadrivio si segue lo sterrato di sx con indicazioni 6a Colle di Salza e Weilfsch Gaveno.
Poco prima dell'alpeggio si devia a dx dove,vicino un ponte a quota 2400, termina lo sterrato e comincia il sentiero e un'altra sezione di portage.
Raggiunto nuovamente un'altro sterrato tralasciare il sentiero 6a (NC) e seguire il nuovo sentiero 6b (Colle della Salza) che passando dal Rif.Orestes Hutte permette di ciclare x buona parte del sentiero fino al ricongiungimento col 6a.
Da questo punto è portage fino in cima; si raggiunge il Colle m.2882 e si continua poi , dapprima su ripido sentiero, fino in vetta con la sua caratteristica campana.

Discesa:
La prima parte si svolge su pietraia e numerosi tornanti stretti dal fondo non sempre buono (S2-S4), gli ultimi 50mt prima del colle sono molto ripidi, a gradoni e tornanti ravvicinati (S4-S5).
Idem i primi 60-70mt dal colle in giù, molto ripidi e a gradoni scivolosissimi dove risulta complicato procedere anche a piedi (S5-NC).
Superata questa parte comincia la lunghissima e tecnicissima discesa lungo il Vallone di Salza (S3-S4) fatta di un'infinità di tornanti stretti, alti gradoni, pietre affioranti in quantità industriali e sentiero stretto e scavato; difficoltà costanti da cima a fondo mai un metro di tregua.
La parte finale presenta una lunga sezione di alti gradoni in sequenza messi non sempre molto bene, e oltretutto nei tornanti, dove si tocca sovente il bash e non solo.. (S4)