Pelvo d'Elva, Monte Chersogno, Rocca la Marchisa da Bellino, anello

difficoltà: EE/F :: :: :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 1812
quota vetta/quota massima (m): 3072

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: stratocaster
ultima revisione: 18/08/16

località partenza: Pian Melezè (Bellino , CN )

punti appoggio: Bivacco Elio Bonfante (2634 m)

accesso:
Percorrere la Valle Varaita fino a Casteldelfino. Svoltare a sinistra verso Bellino (strada asfaltata ma ormai orribile, attenti alle buche). Superare le varie borgate fino a giungere al Rifugio Melezè (ampio parcheggio).

note tecniche:
Il giro è fattibile in giornata. In alternativa è possibile pernottare al Bivacco Elio Bonfante.
Nelle vicinanze del bivacco sono presenti una fontana e una sorgente. Il sito del CAI sezione di Bra segnala: "All'esterno del bivacco potete trovare un rubinetto con acqua utile per lavarsi / lavare le stoviglie / cucinare (arriva dal lago, meglio farla bollire). L'acqua per bere potete prenderla alla Fonte Nera, 10 min a piedi in direzione Chersogno - San Michele di Prazzo".

descrizione itinerario:
Dal parcheggio del Rifugio Melezè (1812 m), tornare indietro sulla strada asfaltata fino a Ponte Pelvo (1755 m, circa 500 metri di strada).
Da Ponte Pelvo prendere il sentiro U24 che, passando sotto Bric Rutund va verso il colle della Bicocca.
Raggiunta la displuviale Valle Varaita-Valle Maira (2696 m), si gira a destra sul sentiero che dal Colle della Bicocca sale al Pelvo d'Elva: seguendo le tacche gialle, risalendo su rocce miste erba, successivamente su un canale roccioso attezzato e infine per pietraia si arriva alla punta (3064)
Nella salita si trovano alcune apparenti tracce che deviano dal sentiero: occorre stare sempre dietro le tacche gialle.
Dalla cima scendere verso Sud verso il Colle Camoscera (2899 m) e proseguire sul sentiero (tacche blu) fino a trovarsi sotto il Monte Camoscere, caratterizzato da 2 piccole sommità rocciose.
"Un brevissimo pendio di grossi detriti porta al colletto tra i 2 cocuzzoli e da qui alla vetta del Monte Camoscere (2984m), da cui si gode di un ottimo panorama sulla cresta che conduce al Pelvo (N), su quella che si dirige ad ovest verso Rocca la Marchisa e sulla conca di Camoscere, chusa a Sud dal Monte Chersogno. Si scende lungo la cresta Ovest fino ad una evidente sella erbosa, da cui dirigendosi a sinistra (S) per tracce di sentiero si scende ripidamente alla sottostante conca del Lago Camoscere" (Gulliver, itinerario 8945, Pelvo d'Elva dal Colle della Bicocca, anello per il Monte Camoscere).
Su sentiero ben segnalato si raggiungono il Lago Camoscere (2655), il Bivacco Elio Bonfante (2634 m), la Fonte Nera e si prosegue in direzione del Monte Chersogno. Si risalgono prima dei dossi erbosi, un traverso su ghiaioni e si giunge al canalone detritico che porta (sentiero con numerosi tornantini) al Colle Chersogno (2885 m). Da qui si piega a sinistra e si raggiunge la vetta (3023).
Si ridiscende il sentiero fino alla Fonte Nera e si devia a sinistra sul sentiero T5 che porta al Colle delle Sagneres (2895 m). Dal colle si devia a sinistra seguendo alcune tracce e, con un traverso in leggera salita, si punta a raggiungere il Colle della Marchisa (2932). Dal colle, prima su sentiero evidente e poi su pietraia con ometti si raggiungono le due croci di Rocca la Marchisa (3074 m). Dalla punta ovest della Marchisa si scende su pietraia (tacche e poi tracce di sentiero) per portarsi al colle ovest della Marchisa (2965 m, non nominato sulle carte, ma ben visibile) e successivamente al Colle di Vers (2862).
Si scende sul sentiero U29 verso Pian Traversagne, e successivamente, su mulattiera, fino a Sant'Anna di Bellino.
Da Sant'Anna la strada asfaltata riporta al parcheggio del Rifugio Melezè (500 metri circa di strada).


Itinerari nei dintorni (Anche altre attività)

Pelvo d'Elva, Monte Chersogno, Rocca la Marchisa da Bellino, anello - (0 km)
Pietralunga (Monte) da S. Anna di Bellino - (0 km)
Ferra (Monte) anello da S.Anna per il Colle di Reisassetto - (0.3 km)
Maurel (Monte) da S.Anna di Bellino - (0.3 km)
Salza (Monte), quota 3217 a Sud da S. Anna di Bellino - (0.4 km)
Bellino (Monte) da S.Anna, anello per il Buc Faraut - (0.4 km)
Rasis (Punta) e Testa Rasis da S. Anna di Bellino - (0.4 km)
Pelvo di Ciabrera da S. Anna di Bellino, possibile giro per il Colle Autaret - (0.4 km)
Vigna (Monte La) da S. Anna di Bellino - (0.4 km)
Faraut (Monte) e Monte Pence da S.Anna, anello - (0.4 km)
Marchisa (Rocca la) da S. Anna di Bellino per il Colle di Vers - (0.5 km)
Ferra (Monte) da S. Anna di Bellino per il vallone di Reisassa - (0.5 km)
Pence (Monte) da S. Anna di Bellino, anello per il Colletto di Chiausis - (0.5 km)
Reisassa (Lago) da S. Anna di Bellino - (0.5 km)
Guep (Monte) da S.Anna di Bellino, anello - (0.5 km)
Bellino (Monte) da S. Anna di Bellino - (0.5 km)
Salza (Monte) da S. Anna di Bellino - (0.5 km)
Maniglia (Monte) da S. Anna di Bellino - (0.5 km)
Autaret (Testa dell') da S. Anna di Bellino, anello creste Ovest e Sud - (0.5 km)
Senghi (Rocca) da S. Anna di Bellino - (0.5 km)
Mongioia o Bric de Rubren da S. Anna di Bellino per il Vallone di Rui - (0.5 km)
Fiutrusa (Punta di) da S.Anna per il Vallone di Rui - (0.5 km)
Sturana (Costa) da S. Anna di Bellino - (0.5 km)
Ferra (Monte) da S.Anna di Bellino, anello valloni di Rui, Fiutrusa, Reisassa - (0.6 km)
Vallone del Lupo (Punta del) da S. Anna di Bellino - (0.6 km)