Scatta (Punta della) da Valdo per la Scatta Minoia

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1770
quota vetta/quota massima (m): 2720
dislivello salita totale (m): 950

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: gianmario55
ultima revisione: 15/08/16

località partenza: Sagersboden (Formazza , VB )

punti appoggio: Rifugio Margaroli, Bivacco Conti

cartografia: I.G.C. 1:50000 n.11 Domodossola e Val Formazza

bibliografia: Guida C.A.I. - T.C.I.

accesso:
Seguire l'Autostrada A26 fino a Gravellona e poi continuare con la Superstrada del Sempione. Raggiunta Domodossola seguire le indicazioni per le Valli Antigorio e Formazza. Raggiunta la Frazione Valdo (m. 1274) di Formazza seguire le indicazioni per la seggiovia del Sagersboden (ottimo parcheggio).

note tecniche:
Chi vuole può ovviamente partire direttamente da Valdo (aggiungere 500 metri di dislivello; circa 1,30 h). Il dislivello indicato non considera alcuni saliscendi.

descrizione itinerario:
Dall'arrivo della seggiovia (indicazioni) seguire la sterrata che sale decisamente ripida con alcuni tornanti. Successivamente la pendenza diminuisce e si risale il lungo e bellissimo vallone con alcuni moderati saliscendi. Un ultimo breve strappo conduce poi al ripiano su cui sorge il Rifugio Margaroli, proprio nei pressi della diga del Vannino. Seguire ora le indicazioni per la Scatta Minoia.
Il sentiero segue la sponda sinistra idrografica del lago senza significative salite. Poi, dopo avere superato il bellissimo pascolo dell'Alpe Curzalma, inizia a salire più decisamente raggiungendo su terreno più pietroso e qualche nevaio presente anche a tarda stagione il valico della Scatta Minoia (m. 2599), dove si trova il Bivacco Ettore Conti (fornello, bombole e coperte presenti, ma l'acqua potrebbe essere un problema).
Salire decisamente dietro il Bivacco (direzione Nord) per alcuni metri; poi attraversare pressoché in piano verso Ovest su cenge erbose per aggirare il salto roccioso sovrastante.
Quando questo termina si può molto più comodamente salire per pendii erboso detritici fino a raggiungere la panoramica vetta della Punta della Scatta, m. 2720.