Wildspitze da Mittelberg per il Taschachhaus

difficoltà: PD :: :: :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 1740
quota vetta (m): 3774
dislivello complessivo (m): 2100

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: vicente
ultima revisione: 15/08/16

località partenza: Mittelberg (Plangeroß , Imst )

punti appoggio: Taschachhaus 2432m DAV

accesso:
Da Mittelberg (parcheggio funicolare Pitz Express) seguire il sentiero per il Taschachhaus, che si raggiunge, passando per la Taschachalm, in circa 3 ore di cammino.
Fare attenzione alla fine della strada sterrata: nel 2012 una enorme frana ha interessato il sentiero originario. Il sentiero attuale passa a sinistra del rifugio, sulla morena del Taschachferner.

note tecniche:
La Wildspitze e' la vetta piu' elevata del Tirolo e delle Oetztaler Alpen (Alpi Venoste), numero 2 in Austria (dopo il Grossglockner).
La salita alla cima puo' avvenire partendo da quattro differenti rifugi: Braunschweiger Huette, Breslauer Huette, Vernagt Huette e Taschachhaus. In alternativa, e' possibile prendere la funicolare che da Mittelberg conduce a 2840m e fare l'ascesa in giornata (solo il venerdi, quando e' disponibile una salita per alpinisti alle 7 di mattina invece delle consuete 8,30.
Tali itinerari possono essere concatenati per effettuare splendide traversate in superbo ambiente glaciale. Tutte le salite sono di media difficolta', con - in difficolta' crescente: Breslauer Huette, funicolare Pitz-Express, Braunschweiger Huette, Vernagt Huette e Taschachhaus.

descrizione itinerario:
Dal Taschachhaus imboccare il Gletschersteig, che conduce in 50 minuti al ghiacciaio (quota 2450m circa). Fare attenzione perche' la parte terminale del ghiacciaio sta attualmente collassando su stessa (agosto 2016). Sono pertanto frequenti crolli di seracchi e blocchi di ghiaccio, oltreche' scariche di pietre sulle morene laterali. Attenzione anche a non farsi trarre in inganno da quella che sembra la morena laterale sinistra orografica, che in realta' e' una gigantesca mole di ghiacciaio coperta di detriti mobili.

Facendo attenzione, si risale il ghiacciaio tra i numerosi crepacci, evitando le numerose seraccate che si susseguono a destra e sinistra. Via via ci si porta verso la zona di accumulo del ghiacciaio, che si incontra verso quota 3000m circa, dove si incrocia la traccia che arriva dal Mittelbergjoch 3170m (itinerario Braunschweiger Huette e Pitz-Express).
Da qui proseguire in salita moderata fino a che la traccia si impenna maggiormente per superare una zona di seracchi. Si giunge cosi' in vista del Mitterkarjoch 3470m, che non si raggiunge, ma si piega a sinistra per arrivare alla sella alla base del castello di vetta.
Si superano gli ultimi 100m di dislivello su roccette miste a ghiaccio (passi di I-II grado, buone protezioni su spuntoni se necessario) e si arriva alla panoramica vetta, sormontata da una grande croce metallica.

In discesa conviene, una volta giunti nei pressi del Mitterkarjoch (itinerario Breslauer Huette), proseguire dritti aggirando cosi' ampie zone di seracchi ed evitando il pericolo di crepacci presente lungo l'itinerario di salita. Si passa nei pressi della Petersenspitze 3482m, vicino a cui passa l'itinerario proveniente dalla Vernagt Huette.

A questo punto e' possibile ridiscendere al Taschach Haus oppure risalire al Mittelbergjoch e andare a prendere la funicolare.