Udine (Punta) Turbo

difficoltà: 6c / 6a obbl / A0
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 2750
sviluppo arrampicata (m): 350
dislivello avvicinamento (m): 750

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: popeantonio
ultima revisione: 06/08/16

località partenza: Pian del Re (Crissolo , CN ) (Crissolo , CN )

punti appoggio: Rifugio Giacoletti

bibliografia: S Pusnel, E e G Vallot, Escalades en Queyras - Pays du Viso, 3 ed, VisoTopo.com 2016

accesso:
Dal Rifugio Giacoletti seguire per un centinaio di metri la traccia di sentiero che percorre tutta la parete Est. La via attacca una decina di metri dopo Visto per il Perù (nome alla base).

note tecniche:
TD, S2. Via impegnativa e di grande soddisfazione, molto verticale e continua nel grado, su roccia generalmente buona a tratti instabile. Necessari 15 rinvii per L6. Protezioni mobili non necessarie. Prestare attenzione ad alcuni massi instabili lungo il percorso (particolarmente L4). Soste a spit con anello di calata, da collegare.

descrizione itinerario:
L1: Bellissimo diedro, muro a reglettes e placca tecnica (6a+)
L2: Pilastro e successivo muro strapiombante (6c)
L3: Serie di strapiombini e muretti (6a+, tiro di 55 m)
L4: Traverso verso dx, superato il canale risalita su serie di diedri e strapiombini (6a+)
L5: Muretto strapiombante ben ammanigliato, quindi placca in uscita (6a+)
Collegamento facile (II, 70 m, alcuni spit lungo il percorso) fino all'attacco di L6 (alcune decine di metri a sinistra rispetto a Visto per il Perù)
L6: Bellissima placca ascendente verso sinistra, uscita su una serie di muretti e strapiombini (6a+)
L7: Muretto e placche facili (5a)
L8: Placca, poi serie di muretti ammanigliati con arrampicata faticosa e uscita più facile in vetta (5c)
Discesa: dalla vetta seguire gli ometti fini al colle del coulour del Porco e seguire la sottostante via attrezzata che riconduce al rifugio.

altre annotazioni:
Via aperta da Massimo Piras e Paola Brezzo nell'estate 1999.
Riattrezzata integralmente a più riprese dai fratelli Vallot, Giùgiù Roberti e Andrea Sorbino (terminata nell'estate 2016).