Salava (Col de la) da les Vigneaux, giro delle Tenailles de Montbrison

difficoltà: BC :: BC+ :: S1 :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1116
quota vetta/quota massima (m): 2580
dislivello salita totale (m): 1852
lunghezza (km): 34
disl. da portare (m): 600

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Rocciaclimb
ultima revisione: 01/08/16

località partenza: les Vigneaux (Les Vigneaux , 05 )

note tecniche:
Lungo giro in senso orario attorno alle famose pareti delle Tenailles de Montbrison; le salite sono a volte al limite della pedalabilità con tratti a spinta e portage x raggiungere i 2 colli.
Le discese sono per lo più su terreno compatto e molto scorrevole tranne i primi 700 mt di dsl dal Col de Salava dove si trova un sentiero molto esposto,in contropendenza e su terreno molto scivoloso.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio si prende la prima strada asfaltata sulla sx che dopo 400 m diviene subito sterrata e si comincia a salire nel bosco seguendo x Bouchier con pendenze dolci alternate a tratti ripidi e ad altri a spinta.
Si perviene così al termine della strada da cui comincia un bel sentiero in falsopiano ma stretto ed esposto;continuare e cominciare la bella discesa su sentiero a volte tecnico (S2) fino al borgo di Bouchier m.1508.
Al tornante fuori paese prendere la sterrata in salita con percorso dolce lungo la prima parte;al bivio a quota 1875 si piega a sx e con tratti di spintage alternati a tratti pedalati su pendenze notevoli si perviene ad un'alpeggio in rovina dove occorre intercettare il sentiero che parte alle sue spalle.
Seguendo il sentiero non sempre evidente si punta al Col de la Trancoulette ben visibile di fronte.
Raggiunto il colle si pedala sul sentiero di sx che a mezzacosta porta ad un bel laghetto a quota 2310 dove finisce il tratto ciclabile.
Il resto del percorso è tutto portage fino al Col de la Salava m.2580 da cui si gode una splendida vista sul massiccio del Pelvoux.
Discesa:
La prima parte è molto esposta e su terreno friabile molto stretto e in contropendenza (S2-4), raggiunto un monolite molto particolare le difficoltà calano notevolmente (S1,tratti S2 e tornanti S4) ma il sentiero rimane costantemente molto stretto e in contropendenza.
Raggiunto il Refuge des Chouvet dove si trova una fontana il sentiero diventa scorrevole e molto semplice con pochissimi tratti tecnici (S1,tratti S2).
Terminato il sentiero si perviene ad una sterrata che va seguita in discesa fino ad un tornante dove si deve prendere a sx e guadare il torrente.
Il percorso ora è pieno di diramazioni che portano a valle,in linea di massima occorre seguire prima x Vallouise e poi x Les Vigneaux.
Giunti sopra l'abitato di Vallouise occorre spingere la bici x circa 100mt di dsl x poi continuare fino a Grand Parcher dove comincia una bella sterrata che se seguita porterebbe appena sopra Les Vigneaux: noi invece intercetteremo un bel sentierino poco visibile sulla dx che ci riporterà in paese a poche centinaia di metri dal park.


Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale