Liamau (Punta) da Fondo per il Vallone di Spartore e la cresta NE

sentiero tipo,n°,segnavia: GTA n°708, n° 8 e n° 12 per discesa
difficoltà: EE/F :: :: :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Est
quota partenza (m): 1074
quota vetta/quota massima (m): 2727
dislivello salita totale (m): 1725

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Blin1950
ultima revisione: 29/07/16

località partenza: Fondo (Traversella , TO )

cartografia: Mu Edizioni - Carta della Valchiusella

bibliografia: CAI-TCI Emilius Rosa dei Banchi

accesso:
Da Ivrea sulla SS 565, direzione Castellamonte, prendere uscita a destra per Strambinello, quindi su SP 64 per la Valchiusella, risalire sulla strada principale della valle fino alla borgata Fondo ( 29 km da Ivrea). Poco oltre il ponte romanico, davanti al piccolo cimitero, vi è un parcheggio sterrato per l’auto.

note tecniche:
Riporto la relazione della salita della cresta NE della Punta Liamau, it. 361d, della Guida dei Monti d’Italia, EMILIUS ROSA DEI BANCHI:
“Dalla Bocchetta dei Buré, si va a destra sulla larga cresta di rocce affioranti; attraversato due volte un rio e percorso un valloncello, si giunge sulla sponda orientale del Lago Liamau 2336 m. Con un ampio semicerchio attorno a esso se ne tocca la sponda occidentale e da qui rimontando una ripida pietraia, dirigersi verso una evidente incisione della cresta NE, dalla quale si percorre detta cresta fino in vetta (ore 1.30). Difficoltà PD. Roccia buona”.
Avendola percorsa, personalmente non mi trovo d’accordo sulla valutazione della difficoltà; in quanto è vero che c’è un tratto molto ripido, la parte finale del canale erboso che raggiunge l’Incisione ed il prosieguo su cresta erbosa ripida per una cinquantina di metri e poi qualche volta si usa le mani per scavalcare qualche masso (aggirabili) ma nulla più.

descrizione itinerario:
Da Fondo seguire il sentiero GTA del Colle delle Oche, fino al bivio poco oltre l’Alpe La Nuova; proseguire su sterrata fino al suo termine davanti alle baite dell’Alpe Spartore, m. 1711. Rintracciare ora il sentiero n°8, bolli bianco-rosso, al termine del prato, salire nel bosco fino al bivio di quota 1971, con scritta rossa su sasso “Lago Buffa”; salire in direzione del lago e subito dopo il lago si trova nuovamente il sentiero n° 8, che attraversato il piano a sinistra si arrampica a raggiungere prima la Bocchetta dei Buré e poi il Lago Liamau. Contornare il lago a destra risalire qualche dosso roccioso e puntare alle roccette di destra ed iniziare un traverso su una stretta zolla erbosa compresa tra pietraia e parete rocciosa, che poi inizia a salire dove la pendenza si incrementa man mano che si sale e si raggiunge l’incisione di cresta, vuoto sul lato opposto! Risalire ora la larga e ripida cresta erbosa e stando a sinistra con un piccolo corridoio erboso si evitano le prime placche rocciose affioranti. Stando sempre prevalentemente sul lato sinistro della larga cresta, ora molto più abbordabile e con percorso a piacimento, si raggiunge la vetta.
Discesa consigliata per la via normale, ovvero per il Colle Liamau e fare ritorno con il sentiero n°8 per la Bura at Talurn, facendo un lungo percorso ad anello; vedere “Liamau (Punta) da Fondo x il Colle Liamau it./47057.