Stella (Corno) Mister Green

difficoltà: 6a+ / 6a obbl / A1
esposizione arrampicata: Sud-Ovest
quota base arrampicata (m): 2500
sviluppo arrampicata (m): 180
dislivello avvicinamento (m): 900

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: popeantonio
ultima revisione: 26/07/16

località partenza: Gias delle Mosche (Valdieri , CN )

punti appoggio: Rifugio Lorenzo Bozano (380.710.8075, 0171.944.943)

bibliografia: G. Bergese, G. Ghibaudo, Corno Stella, Versante Sud Ed., 2012

accesso:
Dal rifugio Bozano seguire la magnifica strada lastricata di recente approntamento e, quando questa finisce, puntare verso la parte sinistra dello zoccolo (ometti). La via attacca 20 m a sinistra di Adrenalina su una placca chiara incisa da una fessura verticale, 5 m a destra di un evidente diedro (spit fucsia + fettuccia, 15 min dal rifugio).

note tecniche:
Nel 2010 la via è stata richiodata fino alla S5 da Gianluca Bergese, Gianfranco Ghibaudo e Marco Quaglia. Il tratto superiore (L6-L8) prevede il superamento in A1 del grande tetto ma non è ancora stato richiodato. Consigliabile da L5 proseguire sugli ultimi tiri di Adrenalina (sosta in comune). In tal modo non sono necessarie protezioni mobili. Chiodatura giusta, ravvicinata nel tiro chiave L5 (che mantiene comunque l'obbligatorio di 6a).
TD (RS2/II se si percorre la via integrale, altrimenti S2/II). Soste a spit attrezzate per la calata in doppia.

descrizione itinerario:
L1 placca, terrazzino, poi muro di roccia chiara lavorato, uscita verso destra presso una fascia nera sotto lo strapiombo (5b, 4c, 5 spit, 25 m)
L2 superare lo strapiombo verso sinistra, uscita su diedro aperto poi spigolo e finale su placche lavorate fino a sosta su terrazzo (5b, 5a, 5 spit, 25 m)
L3 traverso a sn su placca levigata, pilastrino 2 brevi risalti (5b, 5 spit, 20 m)
L4 placca nerastra, strapiombo ben ammanigliato formato da due fasce aggettanti, uscita a destra su rampa diagonale e terrazzo di sosta in comune con la Dufranc (4b, 5c, 4 spit, 20 m)
L5 tiro chiave della via: placca compatta verdastra con arrampicata delicata su piccole prese, sosta leggermente spostata verso destra in comune con Adrenalina (6a+, 8 spit, 25 m)
Da qui si consiglia di proseguire sui tre tiri finali di Adrenalina:
L6 traverso orizzontale verso sinistra su placca rossa compatta fino a sosta sotto lo strapiombino (6a+, 5 spit, 15 m)
L7 strapiombino (6b+/A0), poi placca articolata verso sinistra (5c) fino a doppiare lo spigolo del grande tetto dove si sosta (8 spit, 20 m)
L8 serie di placche inizialmente verso sinistra poi verso destra fino a sosta (5b, 4c, 5 spit, 25 m).
Continuare a destra per rocce articolate fino alla cengia mediana (III, 100 m).

Se invece si vuole compiere la salita integrale (prevedere chiodi, friend, nut), dopo L5 proseguire come segue:
L6 tettino, quindi placca fino a sotto l'imponente tetto (5b, 2 chiodi + 2 chiodi di sosta, 15 m)
L7 superare il tetto in artificiale in costante ascesa verso sinistra, quindi proseguire su rocce articolate fino alla S7 di Adrenalina (5c/A1, 2 spit e 3 chiodi, 25 m)
L8 in comune con Adrenalina.

altre annotazioni:
Via aperta Da Alessandro Grillo e Marco Marantonio nell'agosto 1991.