Chateau Renard (Pic de) da Moline en Queyras, giro per il Col Longet

difficoltà: MC+ / BC / S2   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 1735
quota vetta/quota massima (m): 2989
dislivello salita totale (m): 1350

copertura rete mobile
vodafone : 0% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Andrea81
ultima revisione: 11/07/16

località partenza: Moline en Queyras (Molines-en-Queyras , 05 )

punti appoggio: Saint Veran

accesso:
Da Torino: Colle del Monginevro, Briançon, si prosegue in direzione Gap fino a Guillestre. Qui si devia a sinistra risalendo la Valle du Guil superando Chateau Queyras e giungendo Moline end Queyras.
Da Cuneo: Val Varaita Colle dell'Agnello, si scende in territorio francese fino a Moline end Queyras.

descrizione itinerario:
Da Moline en Queyras si sale su asfalto fino a Saint Veran (strada inizialmente dolce poi piuttosto ripida in vista del paese). Raggiunto il bellissimo borgo 2004 m, si continua nella via principale fra le case, direzione est, finchè nei pressi di una sbarra questa diventa sterrata (chiusa al traffico, c'è solo una navetta per la Chapelle de Clausis. Da qui un cartello indica 11 km per la cima.
Si percorre la bella pista sterrata in salita, mai difficile, per alcuni km fino ad incontrare un bivio sulla sinistra, prima della cappella di Sainte Elizabeth a 2232 m. Iniziano qui le rampe che porteranno in cima. La salita inizia piuttosto decisa e non fa presagire niente di buono, invece poco dopo la pendenza si addolcisce ed il fondo diventa compatto e ottimale, prevalentemente terroso con rari tratti detritici. Si sale per pendii assolati e pascoli, toccando una piccola baita in corrispondenza della quale si affronta il breve tratto più ripido del percorso. Oltre si alternano strappi duri a momenti di relax. Raggiunto un bel pianoro a 2637 m si incontra il bivio per il Col de Longet, che si trascura per iniziare un lungo traverso verso sinistra, che ci porta sotto la nostra montagna. Ancora una lunga serie di tornanti ravvicinati, talvolta un po' smossi, consentono di arrivare all'osservatorio astronomico a 2920 m. Per la cima si prosegue a piedi a monte dell'osservatorio, percorrendo la breve cresta detritica che in 5' conduce alla vetta 2989 m (volendo la bici si può portare per iniziare la discesa dalla cima).
Per la discesa dalla cima, si ritorna per 3,5 km sulla sterrata, fino al bivio per il Col de Longet precedentemente incontrato, che si guadagna spingendo la bici in salita fino al colle stesso 2701 m per una decina di minuti. Dal colle inizia la discesa verso Fontigllarde, non è eccessivamente ripida ma pietre, ostacoli vari, radici, ecc... richiedono un'ottima tecnica di guida. Ciclabilità al 95%. Raggiunto il Pont de Lariane 2024, si scende a Fontgillarde o per la strada del Colle dell'Agnello, oppure per la pista sterrata senza attraversare il ponte. Da Fontgillarde 1997 m si torna velocemente a Moline en Queyras.,