Pelsa (Mont Alt de) dalla Capanna Trieste

sentiero tipo,n°,segnavia: sentiero, tracce
difficoltà: E :: :: :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1135
quota vetta/quota massima (m): 2417
dislivello salita totale (m): 1300

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: lancillotto
ultima revisione: 11/07/16

località partenza: Capanna Trieste - Val Corpassa (Taibon Agordino , BL )

punti appoggio: Rifudio Vazzoler, Rif. Tissi, Capanna TRieste

cartografia: carta Tabacco nr 15 Marmolada, Pelmo, Civetta, Moiazza

accesso:
da Agordo fino a Listolade dove si abbandona la statale e si seguono le indicazioni per Val Corpassa, rif. Vazzoler. Ultimi 3 km strada stretta, grande parcheggio alla Capanna TRieste.

note tecniche:
Escursione di fronte a uno dei gruppi montuosi più imponenti delle Dolomiti: Civetta e Moiazza. Lasciata l'Alta Via nr 1 in questo bel tratto facile e molto frequentato, si entra nella solitudine totale risalendo alla vetta, più che altro una lunga linea di cresta che a nord sprofonda dirupata verso il lago di Alleghe.

descrizione itinerario:
Itinerario in comune con quello diretto ai Rifugi Vazzoler e Tissi. Risalire la sterrata fino al rifugio Vazzoler, in bellissima posizione sotto le Torri Venezia e TRieste del Civetta. Continuare per sentiero e ripida sterrata fino ad entrare in Val Civetta, uno dei luoghi più "dolomitici" dell'alta via nr 1, che ogni amante della montagna dovrebbe almeno una volta vedere...Proseguire tra i pascoli con suggestivi massi erratici, fino a vedere una scritta rossa su un sasso a sx (Mont Alt). Salire, inizialmente per vaghe tracce, poi consolati da ometti e segni rossi sbiaditi, proseguire tra i mughi tagliati recentemente prima in traverso poi per un ripido canale che fa guadagnare quota rapidamente. Ancora un traverso nella mugheta e poi si esce in prossimità di alcuni larici sui prati superiori (cartello segnavia). Ora la salita si fa meno faticosa, gli ometti sono visibili e anche i segni, non c'è un vero sentiero ma la progressione è agevole. Si guadagna la linea di cresta, molto lunga, e si prosegue verso sx fino alla cima con croce su sentierino stretto (attenzione al salto sulla ds). Per la discesa, tornati indietro di poche decine di metri, si scorge una traccia di sentiero che si abbassa sui prati ripidi, passa sotto la cima e scende in direzione della Palazza Alta. Questo tratto non è segnato, ma è ben marcato e dovrebbe congiungersi con il sent. 562 che porta a Casera Pelsa, altrimenti si torno per quello della salita.