Vallone del Lupo (Punta) da S.Anna di Bellino per cresta NE

difficoltà: F+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1840
quota vetta (m): 3153
dislivello complessivo (m): 1313

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: luciastrek
ultima revisione: 24/06/16

località partenza: S.Anna (Bellino , CN )

punti appoggio: Rif.Melezè

cartografia: I.G.C. Monviso n°6

accesso:
Da Fossano seguire indicazioni per Piasco , Sanpeyre, valle Varaita superato Casteldelfino troviamo la deviazione per Bellino si supera il paese di Pleyne, Chiazale, il rifugio Melezè e dopo 700 metri si arriva alla borgata di Sant'Anna, dopo il ponte di legno posteggio.

note tecniche:
Gita non lunga come sviluppo ma impegnativa nel tratto che va dal colle alla cima , dove bisogna prestare attenzione in quanto si procede su tratti di cresta e roccia friabile molto esposto in alcuni punti, vedi gli ultimi 40/50 metri prima della cima cercando i passaggi , che ci sono sui due versanti, stando sul filo di cresta o poco sotto.Ritorno stessa via,oppure si puo scendere al Pas de Gandin poi nel vallone Bouteille risalendo con una perdita di dislivello di 100/150 metri il colle Malacosta,o dalla normale perdendo sempre dislivello.

descrizione itinerario:
Da Sant'Anna seguire le indicazioni per il bivacco Boerio sentiero U26, dopo circa 1 ora appena superato due baite una davanti e una dietro a quota 2400 metri circa e successivamente arrivati nei pressi di una baita diroccata si trova la deviazione sulla sx per il colle di Malacosta, (ricostruito ometto) sentiero poco visibile, seguirlo per 100 metri circa poi prestare nuovamente attenzione perchè bisogna prendere sempre sulla sx una traccia prativa che sale a tornanti sulla dorsale e tenendo alla dx il ruscello che scende dalla valle Boiso del Colle.
Si procede in modo intuitivo quando si perde il sentiero o la traccia, in direzione della bastionata posta di fronte si raggiungono dei ripiani superiori fino a quando si scorge il colle Malacosta posto alla sx della omonima cima in fondo alla valle Boiso.
Raggiunto il colle si prende la cresta sul lato italiano pochi metri e ci si sposta sul lato francese, si prosegue alternando i versanti o stando sul filo di cresta fino a giungere a 40/50 metri prima della cima dove bisogna stare sul versante italiano in un punto esposto per poi scavalcare la cresta a pochi metri dalla panoramica vetta.