Morion (Monte) o Mont Rion da Porliod per il Col du Salvè, possibile anello

sentiero tipo,n°,segnavia: sentieri 11B, 11 e 11 D
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1879
quota vetta/quota massima (m): 2709
dislivello salita totale (m): 830

copertura rete mobile
vodafone : 57% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Andrea81
ultima revisione: 24/08/10

località partenza: Porliod (Nus , AO )

punti appoggio: Rifugio Cuney 2656 m

cartografia: Carta dei sentieri N.6 (Valpelline, St-Barthelemy) - L'Escursionista editore

accesso:
Autostrada Torino-Aosta, uscita Nus. Si entra nel centro abitato seguendo poi indicazioni per Saint Barthelemy e Lignan. Raggiunto Lignan, si prosegue a monte del paese seguendo indicazioni per l'area pic nic prima di Porliod, dove si posteggia nel grosso piazzale.
Dopo la recente apertura (estate 2015) dell’Osteria del Passet, la strada è libera al transito fino a q. 1960m, 500m oltre il vecchio divieto.

note tecniche:
Escursione piuttosto breve e piacevole, con percorso molto dolce fino al Colle du Salvè, poi con percorso di cresta più ripido, che in assenza di neve o terreno bagnato/ghiacciato non presenta problemi. Altrimenti sono consigliabili piccozza e ramponi (a inizio stagione possono esserci dei nevai da attraversare sul versante nord non visibili dalla via di salita.

descrizione itinerario:
Partenza alternativa da Praz 1756 m, raggiungendo Porliod tramite il sentiero 17.
Dal parcheggio dell'area picnic di Porliod si segue il sentiero 11B, che inizia a salire ripido per un breve tratto intersecando la strada a Larset Damon 1930 m, dopodichè piega a sinistra e si alza attraversando un bel prato che precede l'ingresso nel bosco di larici. Con alcune svolte si sale la china boscosa, finchè si incrocia nuovamente la strada sterrata a circa 2100 m oltre il Bois de Fontaney. Ora il percorso si fa estremamente dolce e panoramico, si attraversa una vasta prateria erbosa, fino a giungere all'Alpe Tsa de Fontaney 2307 m. Da qui si prosegue lungo la stradina che poi torna sentiero, in direzione nord, puntando all'evidente croce del Col du Salvè 2569 m (circa 2 h). Dal colle si prosegue verso est, superando uno spuntone e toccando l'altro colle alla base della cresta ovest che proviene dal Mont Morion. Seguendo il sentiero 11D ora si inizia a salire decisamente, dapprima sul versante nord della montagna e poi direttamente sul filo di cresta, leggermente aereo in un breve tratto ma non problematico con terreno asciutto. Si supera poi un canalino ottimamente attrezzato con scalini di pietra, sbucando nuovamente sulla dorsale che in vista della cima diventa erbosa. In pochi minuti si giunge alla panoramica vetta, contrassegnata da un ometto di pietre.
Per la discesa, si torna al Col du Salvè, e volendo compiere un anello alternativo alla via di salita, si prosegue per il sentiero 11 che conduce all'Oratorio di Cuney con l'omonimo rifugio, raggiungibile in 40' tramite il sentiero Passet (esposto ma attrezzato con catene nei tratti pericolosi, non consigliabile con neve o ghiaccio). Anche senza arrivare a Cuney, si intercetta a destra il sentiero 11C che taglia la conca erbosa andando a incontrare la strada sterrata sottostante, la quale compie l'aggiramento del versante nord e poi est del Monte Morion, e poi prosegue sempre ben segnalato fino a Barbonce Damon 2079 m, poi a Praz de l'Arp Desot 1978 m e quindi tramite la strada, si rientra all'area picnic.