Ramière (Punta) o Bric Froid dalla Valle Argentera

L'itinerario

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BR   [scala difficoltà]
esposizione: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1897
quota vetta/quota massima (m): 3303
dislivello totale (m): 1406

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: emanuele_80
ultima revisione: 30/05/16

località partenza: Argentera (Sauze di Cesana , TO )

cartografia: IGC carta n°1 Valli di Susa Chisone e Germanasca

bibliografia: SUCAI-Torino - CDA - Dalle Marittime al Vallese (n°33)

accesso:
Si raggiunge Sauze di Cesana e si segue per un breve tratto la strada che porta a Sestriere, per poi deviare a destra seguendo le indicazioni. Si supera il torrente e, salendo in modo abbastanza deciso (la prima parte è stata asfaltata ultimamente), si arriva ai casolari di Brusà del Plan, proseguire per la strada principale sempre su un buon sterrato e attraversati alcuni piccoli ponti su torrentelli (belle cascate sulla nostra destra) raggiungiamo le baite di Argentera (sul fianco sinistro). Qui alla nostra destra troviamo i cartelli che indicano il sentiero EPT 612 per il Colle Ramière.
Solamente a stagione inoltrata (fine maggio/inizio giugno) è possibile arrivare al punto di partenza ideale.

note tecniche:
Gita consigliata, su pendii sostenuti ma mai difficili. Il tratto più problematico è il superamento della bastionata rocciosa iniziale, che è pertanto consigliato percorrere in mancanza di neve. Per il resto un bel 3000 che richiede un discreto allenamento.

descrizione itinerario:
L'inizio del sentiero è di difficile individuazione. Dopo un brevissimo tratto nei prati (stare sul piano andando verso destra, dopo 50 m si vede un cartello sotto un larice con l'indicazione Ramière, subito dopo il sentiero inizia a salire con un tornante ed inverte la direzione), ci si inerpica in diagonale nella pineta verso la quota 2187 m; questa è l'unica via che permette di superare il salto roccioso che sovrasta Argentera. Dalla quota 2187 m, piegare a destra quasi in piano per aggirare un piccolo costone e portarsi nel vallone del Grand Adreit sopra il salto basale. Salirlo in diagonale ascendente da sinistra a destra, per infilarsi nella sua parte più stretta tra 2500 e 2600 metri. Proseguire nella conca sommitale per pendii ripidi fin sotto il Colle della Ramière (3007 m). Senza raggiungerlo, proseguire sui pendii alla sua sinistra portandosi sulla cresta Nord-Ovest sul versante Thuras e proseguire lungo il pendio finale senza particolari difficoltà fino in cima (3303 m). Vi è una croce all'estremità sinistra della vetta.