Ali babà

difficoltà: 6b+ :: 6a+ obbl :: A0 ::
esposizione arrampicata: Ovest
quota base arrampicata (m): 550
sviluppo arrampicata (m): 100
dislivello avvicinamento (m): 150

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: cheko66
ultima revisione: 26/05/16

località partenza: Biasca (Pollegio , Leventina )

bibliografia: Glauco Cugini, ARRAMPICATE IN TICINO E MOESANO

accesso:
Autostrada N2 Chiasso - San Gottardo. Uscire a Biasca e proseguire lungo la strada cantonale in direzione Pollegio. Svoltare a destra lungo "La riva di Bò" e seguirla fino al termine; prato con stallone e vigneto.

Poco oltre a sinistra parte il sentiero che in 5 minuti raggiunge il settore della "Pera". Proseguire per altri 10 min. fino a reperire una freccia gialla dipinta su un masso che indica la traccia da seguire per il settore nuovo. Si incontrano alcuni monotiri dal 6b+ al 7b. Traversare ancora nel bosco e raggiungere la cengia che, attrezzata con corda fissa, permette di calarsi fino all'attacco della via.

note tecniche:
Raramente ripresa a causa della chiodatura parecchio rarefatta. La richiodatura di Gael Soldati, non ascellare e che richiede decisione, ha permesso di apprezzare questo splendido settore.
A destra di Ali Babà ci sono altre vie con difficoltà fino al 7a+.
Molto bella la vicina "I 40 ladroni".
Necessaria una singola da 70 metri.

descrizione itinerario:
4 lunghezze. La prima lungo una splendida lama con run-out alla sosta. Passo in A0 in partenza su L2. Seguono placche ripide di decisione ma con ottima aderenza.

altre annotazioni:
Storica e bella via aperta nel 1983 da Ronnie Von Moos e soci.