Fana (Croce di) dal Castello di Quart per il Col Cornet

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 740
quota vetta/quota massima (m): 2211
dislivello salita totale (m): 2000

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: rocri76
ultima revisione: 30/04/16

località partenza: Castello di Quart (Quart , AO )

punti appoggio: Tois Ville

descrizione itinerario:
Si lascia l'auto al piazzale adiacente al Castello di Quart 5/6 posti macchina.
Si segue l'indicazione per Santuario Beato Emerico, che lo si raggiunge in circa 30/40 minuti dipende dal passo.
Dopodichè si continua sulla poderale per poi seguire l'itinerario a destra con indicazione per Trois Ville, si scende di qualche metro per poi risalire e arrivare a Porsan immettendosi sulla strada e passare in mezzo al villaggio si arriva ad una fontana e si svolta a sinistra dirigendosi verso Valseinte.
Il percorso qui è quasi pianeggiante , si arriva ad un bivio e si prende la poderale che sale a destra per dirigersi a Séchot , qui bisogna fare attenzione si arriva ad un bivio e bisogna prendere la poderale a sinistra che scende e dove vi è presente una rete in plastica arancione di cantiere, passarci vicino e scendere di qualche tornanti per arrivare alle baite di Séchot, qui si prende un sentiero a gomito a sinistra prima delle baite .
Il sentiero scende di nuovo un pò attraversa un torrente per poi risalire e arrivare ad una poderale , qui si sale per procedere verso gli altri alpeggi di Chamerod- Les Preyes ed infine Sénevé a quota 2206 .
Arrivate a queste baite si scende di nuovo e ci si porta per un attimo su una poderale che la si lascia subito per immettersi sul sentiero che porta al colle Col Cornet quota 2280 ( presente un palina con indicazione croce di Fana).
Si sale al colle qui il sentiero in alcuni punti è stretto e se presente neve bisogna prestare attenzione. Arrivati al colle si fa la cresta per scendere sulla Croce di Fana.
Da qui si prende il sentiero presente che scende dal versante opposto verso Tois Ville , per poi ridiscendere da dove siamo saliti fino ad un bivio che si può decidere se ritornare dal Beato Emerico o scendere più in basso e arrivare al Castello di Quart appena sopra.