Couleau (Tete de) da Saint Clement-sur-Durance per il Vallon de Mean

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: OSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Est
quota partenza (m): 1100
quota vetta/quota massima (m): 3038
dislivello totale (m): 1970

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Enzo51
ultima revisione: 11/04/16

località partenza: le Clots (Saint-Clément-sur-Durance , 05 )

punti appoggio: Nessuno

cartografia: IGN 1:25.000 Orcieres-Merlette 3437 ET

accesso:
Dal Monginevro scendere a Briancon seguendo le indicazioni per Gap. Giunti al paese di Saint Clement prendere a dx per Reotier, dopo 200 m a sx prendere a risalire la stradina che sale a monte del paese, e che porta con una serie di svolte alla frazione di Les Clotes. 400 m a valle della frazione c'è l'unico spiazzo comodo per parcheggiare dal lato a valle della strada.

note tecniche:
Gita di notevole impegno per spostamento e dislivello, all'interno di valloni selvaggi e al contempo suggestivi. Riservata agli amatori di questo genere di gite dove lo sci più che un fine si rivela un mezzo col quale riservare al piacere di una bella discesa, anche spazio per l'avventura.

descrizione itinerario:
Da dove si parcheggia scendere un tratto di strada, e imboccare sulla dx, la pista pastorale con cartello di senso unico. In realtà un divieto d'accesso per non residenti, ed è chiaramente specificato con scritta a margine "sauf rivierans". Risalire per intero il selvaggio vallon de Couleau fino al termine della pastorale 1532 m. Scendere a reperire la passerella che consente di guadagnare l'opposta sponda che va risalita (ometti) su sentiero ripido fino a lambire la poderale che corre sul versante opposto e, che ben presto si tramuta in sentiero di nuovo. All'inizio paline gialle, indicano il percorso da seguire a mezza costa per il Vallon de Mean. All'inizio stretto e incassato (punto dove solitamente si trova il limite inferiore della neve, ca q.1950). Poi si apre a ventaglio. Rimanendo al centro del Vallone, puntare a nord- ovest, dove al fondo si nota la meta che chiude l'anfiteatro superiore del vallone poc'anzi citato. Portarsi alla base del ripido pendio finale. 200 m a 40°,150° il primo tratto, a 35°. E' possibile guadagnare una sella alla base della dorsale est della montagna, e poi per la dorsale stessa (anche qui tratti a 40° verso la fine) in breve si arriva alla vetta.