Chambeyron (Aiguille de) Integrale Sud per il Couloir Gastaldi

tipo itinerario: itinerario complesso
difficoltà: III :: 5.3 :: E4 :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud
quota partenza (m): 1657
quota vetta/quota massima (m): 3412
dislivello totale (m): 1755

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: CriBot
ultima revisione: 27/03/16

località partenza: Pont Vouté (Saint-Paul-sur-Ubaye , 04 )

punti appoggio: Refuge du Chambeyron

cartografia: IGN 3538 ET

bibliografia: Toponeige-Ubaye 2014

accesso:
Risalire il sentiero (poco evidente) che parte dopo il ponte (Pont Vouté) avendo cura di tenere come riferimento il torrente. A circa 1750 m piegare a sinistra per imboccare il Vallon de Chauvet. In caso di innevamento a bassa quota conviene seguire il sentiero che parte 200 m oltre Pont Vouté (lungo la strada appena si attraversa un secondo ponte c'è un ometto sulla destra lungo il torrente). Risalire quindi tutto il vallone di Chauvet per raggiungere il col du Fond du Chauvet. A questo punto si entra sul versante SE e si segue il percorso proposto dal compianto Mario Monaco (http://www.gulliver.it/itinerario/45588/) fino in vetta all'Aiguille.

note tecniche:
Itinerario da percorrere quasi esclusivamente in boucle, a meno di nevicate eccezionali che riempiano il Gastaldi abbondantemente e riducano quindi le difficoltà della risalita alla cascata di ghiaccio posta al centro del canale. In ogni caso in boucle si riducono enormemente i tempi di esposizione alle scariche, normali e frequenti su questo itinerario.

descrizione itinerario:
Dalla vetta seguire gli ometti della normale fino ad un passaggio critico che porta sulla spalla alla dx orografica (in dettaglio descritto in precedenza http://www.gulliver.it/itinerario/45588/). Si prosegue quindi sulla parete alla dx orografica fino al suo termine e si guadagna il couloir Gastaldi con l'ulitma rampa discendente verso sinistra. Dopo 100 m di discesa nel Gastaldi individuare la sosta per la calata (30 m o due da 15m; seconda sosta piazzata a metà cascata). Dopodiché, si fa la corda e ci si leva velocemente dal Gastaldi con una conoide liberatoria.

altre annotazioni:
Prima discesa di Diego Fiorito e Robi Garnero (06/04/2014). Da menzionare anche una prima risalita e discesa integrale del Gastaldi (con doppia da 15 ovviamente) da parte dei fratelli Tardivo nel 2013. Grande itinerario ed ambiente ma posto ostico.


Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale