Spigolo di Fociomboli

difficoltà: 5b / 5a obbl
esposizione arrampicata: Ovest
sviluppo arrampicata (m): 180

copertura rete mobile
tim : 80% di copertura

contributors: numenoreano
ultima revisione: 14/03/16

località partenza: Passo Croce (Stazzema , LU )

accesso:
dall'Autostrada Genova-Livorno uscita Versilia per Seravezza, quindi Stazzema e Levigliani (indicazioni per Grotte del Corchia). Da Levigliani seguire per passo croce. Proseguire per alcuni chilometri salendo di quota fino a svalicare di fronte alle torri del Corchia. Proseguire per la strada sterrata sulla sinistra ( non quella a destra con una sbarra ), la quale diverrà asfaltata e quindi di nuovo sterrata: parcheggiare quindi dopo circa 500 mt. in uno spazio in curva, vicino ad una piccola cappella di montagna che rimane sulla sinistra. Verso monte per ripido sentiero erboso si raggiunge l'inizio delllo spigolo, da attaccare leggermente sulla sinistra rispetto al filo. Via protetta con chiodi di via . Alcune soste sono attrezzate a spit.
Lo stato della roccia non è dei migliori, fare attenzione in particolare alla parte superiore della via. Necessari 8 rinvii. 180 m. Utili friends medio/piccoli e nuts.

note tecniche:
S1- si attacca costeggiando il canalino erboso a destra, si risale un po' in diagonale sinistra, poi di fronte a una placca più difficile uscire con diagonale prima destra poi di nuovo sinistra, cercando roccette facili. Sosta su terrazzino, catena. (III+, 3ch)

S2 - primo chiodo a sinistra, secondo chiodo più sopra. Il Terzo chiodo è verticale al precedente, nascosto in una buchetta (si vede solo quando si è abbastanza vicini). Integrabile con friends piccoli. Infine sosta con due spit. 4 metri più a destra c'è una catena, probabilmente l'uscita di una variante più facile (da provare). (4c, 3ch)

S3- passaggio chiave, si supera un tettino, 5b, chiodato bene (era chiodato per l'artificiale). In alternativa camino sulla sinistra, 2 chiodi nel camino, poi uscita da proteggere. (Sosta da attrezzare su due chiodi, 5c, 5ch)

S4- roccette facili: si sale dritti e poi si obliqua un po a sinistra. Sosta su comodo e ampio terrazzo su fix+chiodo (5a 2ch)


S5- Si procede dritti rispetto alla sosta, superando il breve camino-diedro (5a, chiodo ben visibile nel diedro dalla sosta) poi placchetta facile 1ch . La via originale continua per il canalino (quello più sulla destra, non il grande centrale) non protetto ma facile (III), sosta su una placchetta-spit e un chiodo. Noi abbiamo seguito una variante: obliquando a destra del canalino (2ch sul traverso e un friend incastrato probabilmente di una sosta improvvisata) all'altezza del secondo chiodo si procede dritti per una placchetta ben appigliata fino a una sosta con due spit più cordino ( 5b ).

S6- Pochi metri su roccette e paleo, III/II fino alla sosta sommitale su due spit più cordino.

DISCESA: Seguire un evidente sentiero dalla cima, dopo circa 5 min. raggiungiamo un ampio canale , nel fondo troviamo un grande albero con dei cordini già predisposti per una doppia di 25/30 mt. , per evitare di percorrere un ripido e pericoloso versante cosparso di paleo esposto a nord. Dalla base scendiamo ancora per una pietraia fino alla strada che ci riconduce alla macchina in 10 min.