Sampeyre (Colle di) da Villar per Costa Speiralubiera

tipo itinerario: bosco rado
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1086
quota vetta/quota massima (m): 2284
dislivello totale (m): 1200

copertura rete mobile
tim : 60% di copertura

contributors: wally
ultima revisione: 14/03/16

località partenza: Villar (Sampeyre , CN )

punti appoggio: Nessuno

cartografia: IGC 1:50.000 n.6 - IGC 1:25.000 n.111 - FRATERNALI 1:25.000 n.17 Alta Val Varaita, n.11 Alta Val Maira, n.12 Bassa Val Varaita, Bassa Val Maira

accesso:
La partenza è dal ponte di legno sul torrente Varaita, sulla strada provinciale fra Villar e Confine (sono entrambe frazioni di Sampeyre) oppure poco oltre (nei pressi della frazione Confine), dove vi è un altro ponte (c.d. pont pendù).

note tecniche:
La prima parte dell’itinerario sale percorrendo un vecchio sentiero da me ritrovato, ripulito e segnalato (nel tempo libero, in qualche anno di lavoro!), che si svolge inizialmente nel fitto bosco, per poi proseguire su pendii, boschi di larici e pini cembri. Non risulta particolarmente impegnativo, vi sono tacche segnaletiche di colore rosso sino a Pian Salserre (dove si ricongiunge con il sentiero U42 che giunge da Calchesio). Il tratto di salita dalla stradina (che collega Fondovet a Tenou) verso Pian della Sagna non è segnalato, perché il sentiero “estivo” (per essere percorribile a piedi oppure disceso in mountain bike) in realtà passa più spostato verso Ovest allungandone però il tragitto (facendo una “U coricata", che in tal caso si può evitare). Con gli sci/ciaspole è invece possibile tirare sù diritto (verso sud), per così raggiungere Pian della Sagna in modo diretto, vista anche la poca pendenza in quel tratto. Consiglio comunque di avere con sé la mia traccia, soprattutto per la parte dal ponte di legno sino a Pian Salserre e per la discesa nel tratto Tenou – Gioanotta (passando per le Meire Berard). Paesaggio stupendo durante tutto il percorso.

descrizione itinerario:
Percorrendo la strada provinciale verso l'alta valle, dopo aver passato la frazione di Villar si intravvede sulla sinistra un ponte di legno che attraversa il torrente Varaita; parcheggiare l'autovettura nel parcheggio alla propria destra di fronte al ponte. Da qui parte il sentiero che sale verso vari itinerari e qui descrivo quello che prevede la salita in Costa Speiralubiera e la discesa passando per le Meire Berard. Si incomincia su di una carrareccia che si abbandona quasi subito per imboccare un sentiero sulla sinistra, che giunge ad un tornante (più sopra) della stessa stradina. Proprio nel tornante, sulla sinistra continua il sentiero e ad un successivo bivio tenere la destra sino a raggiungere un altro tornante della stradina. Imboccarla e continuare per pochi minuti sino ad incontrare sulla sinistra la partenza di un sentiero, con in evidenza un segno rosso sul tronco di un pino (se arrivate al pilone votivo vuol dire che siete andati troppo avanti).
Continuare sino a raggiungere Pian Fourengh, che va attraversato in salita per così portarsi sulla strada sterrata che da Fondovet porta a Tenou; qui termina la segnalazione con tacche di colore rosso. Bisogna continuare la salita diritto (direzione sud) per così giungere a Pian della Sagna (senza neve vi è un piccolo caratteristico stagno). Tenersi sulla destra del pianoro ed imboccare il sentiero che in poco tempo arriva allo stupendo Pian Salserre, dove ci si congiunge con la mulattiera (U42) che arriva da Calchesio/Fondovet. Continuare a salire ma i segnali sono quelli "originali" bianco/rosso, pochi e scoloriti, per così giungere a Pian delle Baracche e sbucare sulla strada asfaltata (nei pressi di un pino solitario), che percorsa per pochi minuti permette di raggiungere i 2284 mt. del Colle di Sampeyre (panorama mozzafiato).
Al Colle di Sampeyre, la discesa inizia dopo il monumento con madonnina, proseguire per circa 150 mt. e scendere giù a destra con una bellissima discesa, lunga e continua. Quando si incontrano i pali dell'alta tensione seguirli fino alla visuale della borgata Tenou; poi, nei pressi di un pianoro con piccola baita, abbandonarli tenendosi sulla destra per giungere alla borgata di Tenou. Continuare la discesa in prossimità dell’ultimo gruppo di baite, passando per le Meire Berard e così giungere a Meire Gioanotta, dove si ritrova la stessa carrareccia percorsa all’andata, che parte a valle delle baite (tutte diroccate) ed in breve tempo si ritorna al ponte di legno.

altre annotazioni:
Nella prima parte di salita si utilizza un vecchio sentiero sulla Costa Speiralubiera (visto su mappa I.G.M. con rilievo risalente all'anno 1907, anche indicato nella carta I.G.C. di Torino), da dove, ogni tanto, vale la pena soffermarsi ad ammirare gli stupendi scorci sulla valle.