Pirchiriano (Monte) e Collina Morenica da Chiusa San Michele al Castello di Rivoli

tipo corsa: salita e discesa
periodo: SEMPRE
esposizione preval. in salita: Tutte
quota partenza (m): 300
quota vetta/quota massima (m): 300
dislivello totale (m): 1034

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: mamini@libero.it Andrea81
ultima revisione: 14/02/16

località partenza: Chiusa San Michele (Chiusa di San Michele , TO )

descrizione itinerario:
L'itinerario parte dal piccolo parcheggio del cimitero: dove il muretto finisce c'è una accesso tra gli arbusti, alla sinistra della bacheca con la mappa del luogo. Il sentiero sale a sinistra attraverso gli alberi e poi gira verso destra, salendo mediante degli scalini ricavati da rami, sul percorso attrezzato per il fitness di Chiusa San Michele.
Lo si prende a sinistra, cioè in direzione est, e lo si percorre fino a che si biforca (c'è un cartello con l'indicazione, poco leggibile, di Gir ed Princa). Si prende la biforcazione a destra, che procede verso sudest, e si la si segue (bolli gialli un po' sbiaditi), si superano altre biforcazioni a sinistra, da tralasciare, e, sempre seguendo i bolli gialli, la pista diventa un sentiero (è una radura) e comincia a salire: l'inizio del sentiero è riconoscibile perché oltre a salire deciso è anche in un tratto senza alberi. La traccia è presente, anche se flebile causa la scarsa frequentazione, e grazie anche ai bolli gialli, si segue il sentiero, che, dopo poco gira a destra (ovest) e costeggia il Pirchiriano sul suo basso pendio sud.
Dopo un po' il sentiero volge di nuovo verso sud e giunge dritto dopo breve tratto a un bivio con un cartello: a destra si intravede il Pian Dudét con la Funt del Fra (attrezzata con cartello e tavolo da picnic, da visitare).
Dritti si prosegue in direzione della mulattiera per la Sacra (sempre bolli gialli) e dopo alcuni metri il sentiero si biforca ancora (porre molta attenzione ai bolli gialli!): sulla destra si va abbastanza dritti sulla mulattiera, ma verso valle, da tralasciare.
Sulla sinistra si va invece sulla mulattiera ma verso monte, salendo un po' e zigzagando (attenzione alle svolte, cercare sempre i bolli gialli) per poi proseguire dritti verso la mulattiera (un ramo messo verticale come segnavia indica l'immissione sulla mulattiera, inoltre una T gialla su una pietra della pavimentazione della mulattiera indica l'immissione).
A questo punto si segue la mulattiera, nota anche come sentiero 503 (bolli rossi e bianchi), fino al Pra Paschetto, alla Croce Nera e infine alla Sacra di San Michele. Raggiunto il Colle della Croce Nera (breve deviazione per la Sacra di San Michele) si scende per poche centinaia di metri lungo la strada asfaltata in direzione Avigliana, fino al bivio a destra per la pista tagliafuoco-sentiero dei principi. Con splendido mezzacosta porta verso il versante di Avigliana. Salire con piccola deviazione a sinistra la Punta dell'Ancoccia (tavola d'orientamento) ottimo punto panoramico.
Ritornare ora sul sentiero dei Principi in discesa che a tornanti scende verso la frazione Mortera. Qui imboccare il sentiero dei Pellegrini che va seguito con alterne fortune fino al Lago Piccolo di Avigliana nei pressi del parcheggio di borgata Sada.
Attraversare la statale e subito imboccare il sentiero con indicazioni Monte Cuneo. Senza ossibilità di errore con salita a volte ripida pervenire in cima 600 m. Di qui seguire subito sotto la punta a dx il sentiero che porta sulla strada asfaltata che collega Reano a Rivoli.
Nei pressi di una cappelletta girare a sx e scendere su asfalto 5-600 metri ed imboccare il classico sterrato che conduce nella collina morenica. Qui seguire a piacimento le varie diramazioni che con cartelli indicatori conducono al Casetllo di Rivoli.