Scoperta (Cascata della) + Candela della Ri-Scoperta

difficoltà: III / 4   [scala difficoltà]
esposizione: Est
quota base cascata (m): 1800
sviluppo cascata (m): 120
dislivello avvicinamento (m): 300

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Rombombom
ultima revisione: 20/01/16

località partenza: Clavalité (Fénis, AO ) (Fenis , AO )

accesso:
dal casello autostradale di Nus seguire le indicazioni per Fénis. Attraversare il paese fino a reperire sulla destra il bivio per Clavalité. Seguire la strada, inizialmente a tornanti, che si addentra nel vallone. In assenza di neve si può raggiungere in auto il piazzale sterrato alle porte della piana di Clavalité. Da qui a piedi percorrere tutta la piana di Clavalitè lungo la strada sterrata seguendo i segnavia 2 e 5. Al fondo del piano seguire il segnavia 5 e risalire nel bosco fino ad incrociare la strada che percorre la parte superiore del vallone. La cascata in oggetto appare poco dopo sul versante al di la del torrente e si sviluppa all'interno di uno stretto colatoio. Scendere al torrente, guadare e risalire il canale fino alla base del primo salto. Circa 1 ora e 30 dall'inizio della piana di Clavalité.

note tecniche:
Cascata consigliata in assenza di neve! Ambiente solitario.
questa cascata è segnalata sia su “Diamanti di Cristallo” di Grassi e Cambiolo, sia su “Effimeri barbagli” di M. Giglio, ma le relazioni sono molto diverse. A nostro avviso quella corretta è la prima, che indica la base della cascata a quota 1850 m e la colloca all'interno di uno stretto colatoio. Ma anche G. Grassi relaziona una cascata di soli due tiri e di grado 3, senza menzionare la candela del terzo tiro, pressoché verticale e compatta sul suo lato destro (dove noi siamo passati) o relativamente più appoggiata frontalmente (85°) ma difficile da chiodare per la sua conformazione a petali.

descrizione itinerario:
L1 40 m 75° - 80°. Sosta su ghiaccio.
L2 40 m 70° - 75°. Sosta su piante.
L3 40 m candela 90° preceduta da basamento. Sosta su piante.

DISCESA: con due doppie, una da S3 a S2 e una da S2 a terra. Attrezzate su piante con cordone bianco e maillon.

altre annotazioni:

Questo terzo tiro lo battezziamo dunque "Candela della Riscoperta" e la prima salita nota è di Sartori Mauro, Pozzuolo Stefano e De Santi Alessio il 17/01/2016.