Castello (Rocca) Via dei Pupazzi

L'itinerario

difficoltà: AD+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Est
quota partenza (m): 2270
quota vetta (m): 2452
dislivello complessivo (m): 182

copertura rete mobile
tim : 80% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Andreino
ultima revisione: 15/06/16

località partenza: Chiappera (Acceglio , CN )

punti appoggio: Rifugio Campo Base

bibliografia: Il Gruppo Castello-Provenzale – M. Bruno 2010 www.dani-climb2.blogspot.com

accesso:
Risalire la Val Maira fino a Chiappera, frazione di Acceglio. Al bivio per il Rifugio Campo Base, mantenere la destra e proseguire sulla carrozzabile (prima asfaltata poi a tratti sterrata) che porta alle Grange Collet. Posteggiare l'auto in uno spiazzo sulla destra e imboccare il sentiero che, costeggiando il versante est del gruppo Castello-Provenzale, conduce al Colle Greguri (m 2.317). Poco sotto al colle individuare l'attacco della via in corrispondenza dell’evidente fessura-camino che incide le placche verdi (chiodo con cordino verde), pochi metri a destra della via Solo per Bruna (1 ora circa dall'auto).
In alternativa raggiungere le Grange Collet con l'automobile e da qui il Colle Greguri a piedi (40 minuti circa dall'auto).
NOTA: a giugno 2016 la strada verso le Grange Collet risulta chiusa con una catena poco dopo il ponte.

note tecniche:
Chiodo con cordino verde all’attacco della via.

descrizione itinerario:
L1: IV 25 m
Salire l'evidente fessura (III); quando questa si allarga, traversare a destra in spaccata (IV), al di sotto di una placca verticale compatta, solcata da una piccola fessura (in alternativa, salire direttamente la placca articolata a destra della fessura, IV); aggirare a destra lo speroncino (chiodo a circa 12 m da terra), salire direttamente e ritornare leggermente a sinistra lungo placche articolate, fino ad un terrazzino (sosta con 2 chiodi).
L2: V- 25 m
Salire la fessura-diedro che sovrasta la sosta, portarsi nel grande diedro che in alto diventa un camino verticale; dopo circa 15 m uscire a sinistra (chiodo), verso il filo dello spigolo rosso, in piena esposizione (V-); doppiato lo spigolo, percorrere senza difficoltà la placca articolata e sostare (3 chiodi).
L3: IV 20 m
Salire la placca che sormonta la sosta verso sinistra (IV), poi diritto in fessura (possibilità di nut o friend), con difficoltà via via inferiori, fino a raggiungere la grande cengia mediana, sosta su 3 spit e cordoni.
L4: IV+ 50 m
Superare facili risalti, traversare facili cenge in diagonale a sinistra fino alla base (chiodo) di una sequenza di muri, uno dei quali più impegnativo (IV+, chiodo a V); raggiungere una nicchia alla base di uno sperone rossastro e sostare (sosta con 2 chiodi e bella lama per friend aggiuntivo).
L5: IV- 30 m
Attaccando le splendide lame rossastre a sinistra, proseguire verso l’alto in leggero diagonale a sinistra (III+, qualche passo di IV-) e tornare leggermente a destra per portarsi alla base del grande diedro che porterà fino all'uscita in cresta. Sosta con 2 chiodi e spuntone.
L6: IV+ 50 m
Scalare la bella placca lavorata sopra la sosta (IV); spostarsi poi a destra di qualche metro, andando a reperire un sistema di diedri e blocchi un pochino delicati (III), che conducono senza difficoltà sotto al grande gendarme rosso ben visibile dal basso, e da lì in cresta. All’uscita in cresta, reperire la sosta su grande spuntone a sinistra (fettuccia scura).

Dall’ultima sosta, si percorrono gli ultimi 40 metri della via Sigismondi, lungo l’evidente cresta (III+, spit), fino alla croce di vetta.

Discesa: in doppia lungo una delle vie attrezzate:
• King Line con 4 calate da 60 m (da S7, S5, S4, S2)
• Solo per Bruna
• Balzola
• Diagonale Est (discesa possibile con una sola corda da 60 m)

altre annotazioni:
Via classica, aperta andando alla ricerca della misteriosa via Buch e Maia riportata da alcune guide (via che in realtà pare proprio non esista) da Danilo Rabino e Stefano Macchetta il 14/11/2015.
Un ringraziamento a Renato Viganò per il contributo nella chiodatura in occasione della prima ripetizione della via.