Crete Seche (Colle di) da Ruz

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BR   [scala difficoltà]
esposizione: Sud
quota partenza (m): 1695
quota vetta/quota massima (m): 2899
dislivello totale (m): 1204

copertura rete mobile
tim : 40% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: renato63
ultima revisione: 06/12/15

località partenza: Ruz (Bionaz , AO )

punti appoggio: Rifugio Crete Seche 2410 m, Bivacco Spataro 2600 m

cartografia: IGC N°115 - Valpelline-Valle di Ollomont

accesso:
Risalendo da Aosta la Valpelline, si supera Bionaz, e quindi giungendo alla frazione Dzovennoz si incontra un bivio a sinistra con indicazioni per Ruz (cartello Ru). Si segue la strada per un paio di chilometri fino al parcheggio del paese

note tecniche:
Itinerario che richiede neve assestata nel ripido pendio prima del bivacco Spataro e nei pendii che precedono l'arrivo al colle
Dal colle si ha un ottima veduta sul Gelè e sul Gr.Combin

descrizione itinerario:
Si sale per la poderale verso gli alpeggi Berrier senza raggiungerli, con scarso innevamento si può risalire il ripido costone in direzione degli evidenti paravalanghe oppure,poco prima degli alpeggi, si percorre un traverso verso NO per intercettare il percorso poco oltre i paravalanghe ed in breve si arriva al rifugio Crete Seche.
Dal rifugio, dopo aver percorso un tratto in blanda salita, si perviene ad un breve ma ripido pendio che porta al promontorio roccioso dove sorge il bivacco Spataro, inizia ora un tratto di trasferimento che attraversa il Plan de la Sabbia puntando all'evidente colle che si trova di fronte.
Dopo aver attraversato il Piano, un ripido pendio porta al grosso ometto che identifica il colle.