Rastcias (Colle) da San Damiano per il Cammino della Montagna

difficoltà: BC+ / OC+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 743
quota vetta/quota massima (m): 2179
dislivello salita totale (m): 2159
lunghezza (km): 37

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura
3 : 0% di copertura

contributors: kika
ultima revisione: 21/11/15

località partenza: San Damiano Macra (San Damiano Macra , CN )

punti appoggio: Locanda del Silenzio (Camoglieres - Macra)

cartografia: Open Street Map - Carta dei sentieri Valle Maira 1:25.000

accesso:
Da Dronero proseguire sulla Statale della Val Maira fino a San Damiano Macra, dove si posteggia l'auto nell'ampio parcheggio alla vostra destra (vicino alla caserma dei Carabinieri).

note tecniche:
Giro impegnativo:
la salita non richiede doti tecniche particolari, ma un buon allenamento perché la pendenza e il fondo mettono a dura prova il fisico.
La discesa, invece, richiede buone capacità di orientamento nella prima parte (si scende per partoni, sconsigliato con nebbia e nel periodo estivo, dove l'erba alta riduce la visibilità e la ricerca della traccia), buone capacità di guida del mezzo nella seconda parte (il Cammino della Montagna) e costante attenzione, vuoi per il fondo insidioso, vuoi per la pendenza, vuoi per l'esposizione.

descrizione itinerario:
Lasciata l'auto a San Damiano Macra, si prende la statale che attraversa il paese.
Poco prima del ponte, si imbocca la salita asfaltata (indicazioni per Pagliero) e la si segue (frecce rosse MTB) fino alla Borgata Chesta, dove il fondo diventa sterrato e ci porta al Colle Birrone (1698m - panchine all'arrivo... ottime per una siesta!).
Dal Col Birrone si prosegue a sinistra sulla strada detta "dei Cannoni": inizialmente ci si sposta a Nord sul versante Val Varaita per poi tornare, dopo una serie di tornanti e un fondo smosso, a sud in Val Maira. Proseguire ancora sulla carrozzabile fino al colle Rastcias (2179m), poco oltre l'omonima cima.
Guardando nei pratoni in basso puntare alla malga al fondo del prato seguendo le esili tracce nel pratone (attenzione! il fondo è insidioso e ripido!).
Dalla malga si individuano le prime tacche rosse che conducono nella Comba Cassin e poi nella Comba della Montagna.
Il sentiero diventa ora più visibile (tacche rosse), ma continua ad essere ripido e il fondo, coperto da foglie e erba, nasconde molte pietre insidiose; si prosegue seguendo sempre le tacche rosse e si sopraggiunge all'orrido dove il sentiero, scavato nella roccia, si fa esposto (tipo Peitagù: itinerario 56505 di gulliver ... più breve, ma più ripido!!!) e il fondo continua ad avere pietre smosse che obbligano alla massima concentrazione!!!
Usciti dall'orrido, il sentiero prosegue, mai banale, nel bosco e conduce poco sopra la Borgata Caricatori.
Qui si può scegliere di proseguire la discesa fino a Caricatori, Langra, Bedale e poi su asfalto fino a San Damiano, oppure, se si ha ancora un po' di gamba, si tiene la sinistra su sentiero veloce che, in falsopiano, porta al paretone del sentiero dei Ciclamini poco sopra Caricatori.
Di qui si percorre il Sentiero dei Ciclamini fino a Camogleres e, ciliegina sulla torta, si ritorna a Bedale di Macra su altro sentiero tecnico e veloce che sbuca sul tornante poco sopra Bedale: da lì è tutto asfalto fino al parcheggio di San Damiano Macra.

altre annotazioni:
Grazie ai pionieri di questo Sentiero!
http://www.caipinerolo.it/menu_07/attivita_2014/gite_2014/gitemtb_01/08_2014