Verdon (Gorges du) Escalés - Voie de la Pate Demande

difficoltà: 7a+ / 6b+ obbl
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 1000
sviluppo arrampicata (m): 300

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: mastroricu
ultima revisione: 09/11/15

località partenza: couloir Samson (La Palud-sur-Verdon , 04 )

accesso:
Come per la Demande, quindi diverse possibilità di calate in doppia per la base dell'Escalés (Ecureuils, Déroée, Ticket Danger); oppure (scelta consigliata se si ha possibilità di trovare un passaggio in auto all'uscita della via) parcheggiare al Couloir Samson, affrontare la prima parte del sentiero Martel: dopo un mancorrente in ferro, individuare sulla destra (ometto e masso con la scritta "Demande" in nero un po' sbiadita) un sentiero che porta all'attacco della Demande. Non salire subito appena se ne ha la possibilità verso la parete perchè la traccia finisce contro un piccolo contrafforte roccioso, ma traversare a sinistra un po' più in basso per aggirare quest'ultimo, giungendo all'attacco della Demande. Da qui continuare su traccia in salita sulla sinistra, per poi scendere leggermente. L'attacco è in comune con El Topo che va a sinistra, la nostra via, invece traversa decisamente a destra. I primi spit sono un pò nascosti da un albero addossato alla parete (trenta minuti circa dal parcheggio, sentiero comodo)
Discesa: dall'uscita della via (enormi ometti) seguire al meglio la cresta verso ovest fino alle calate del belvedere della Carelle a da qui alla ruote de Crete.

note tecniche:
Ancora una bella linea nuovissima (2014), in un settore tra i più classici delle gole.
Le difficoltà sono continue e l'arrampicata è sempre piuttosto fisica e di dita. La chiodatura è ottima (fix dorati).
L'unica frazione di roccia dubbia si trova sul primo movimento in partenza, ma l'albero e il secondo fix ravvicinato risolvono subito il problema!

descrizione itinerario:
L1 attacco su piccole prese rovesce, duro a freddo, ma la chiodatura è decisamente rassicurante, poi traverso a dx più facile, 6c
L2 passaggio di blocco, poi bel muro articolato, 6c
L3 magnifico e lungo tiro (55 metri) che raggiunge in sosta l'enorme cengia gialla a sx della Demande (possibilità di calata in doppia all'estremità sinistra, faccia alla parete, della cengia). La difficoltà massima obbligatoria si trova su questo tiro
L4 partenza su placca inclinata, poi muro rosso a buchi stupendo; quando si raggiunge un bombè grigio, guardare a dx e affrontare l'ultima parte di un tiro della Demande, 6c poi 6a.
L5 tiro in comune con la Demande, 5c abbastanza ben protetto (due frieds medio-piccoli consigliati ma non strettamente indispensabili). Sostare leggermente più a destra e più in alto della sosta con anello della Demande.
L6 muretto grigio appoggiato, tiro più corto della via, 6a+
L7 partenza sostenuta, poi magnifico pilier grigio a buchi, 6c
L8 muro grigio verdonesco a buchi fantastico, Madre Natura traccia bene!!!... 6b+
L9 muretto leggermente strapiombante di dita, poi bellissimi movimenti meno sostenuti, 7a
L10 diedro molto tecnico in partenza, poi strapiombetto nel grigio e ribaltamento a sx su placca attraverso una fessura molto fisica. Il tiro più duro e vario della via. Cinque stelline, 7a+
L11 muro con fessurina cieca, molto di piedi, poi più facile, 6b+
L12 altro classico tiro verdoniano su buchi generosi e distanti, veramente bellissimo. 6b+