Cairi (Rocca di) e Bric Boscasso da Preit, anello di cresta spartiacque Unerzio-Preit

difficoltà: EE/F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1720
quota vetta/quota massima (m): 2589
dislivello salita totale (m): 1370

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: pr18
ultima revisione: 28/09/15

località partenza: strada Colle del Preit 1720 m (Canosio , CN )

punti appoggio: Locande varie nel vallone del Preit

cartografia: IGC 111 Valle Maira Acceglio Brec de Chambeyron

accesso:
da Dronero si risale la SS22 della Val Maira sino al bivio di Ponte Marmora dove a sinistra si prosegue per Canosio, Preit e si risale verso il colle del Preit, lasciando l’auto negli spiazzi tra la sterrata che sale nel Vallone Inchiaus e le Grange Servino.

note tecniche:
Lunga traversata di cresta che con andamento NE-SO, concatena le seguenti 8 cime: Rocca di Cairi 2573m, Quota 2502, Rocca delle Sommette 2482m, P. Soleglio Bue 2412m, Monte Piutas 2431m, Quota 2535, Bric Boscasso 2589m e Rocca la Verde 2540m. La traversata consente di ammirare il vasto panorama della zona di Val Maira compresa tra il Vallone di Unerzio sino agli Chambeyron, verso l’ampio spartiacque Val Varaita sino al Monviso e continua sul lato del Vallone del Preit con la Rocca la Meja, sino all’altopiano della Gardetta. Solo il Cassorso chiude il panorama verso sud. Escursionistica per alcuni tratti, il giro completo descritto prevede la salita dalla Comba Cialme priva di sentieri, la traversata prevalentemente in cresta con diversi tratti EE/F e la discesa nel Vallone Cassin, dove sono presenti vaghe tracce di sentiero. I tratti alpinistici sono aggirabili su tracce trasversali sul lato Preit. Il concatenamento si può limitare includendo parte delle cime, restando nel Vallone Inchiaus. Consigliata in ottobre, quando l’ambiente si veste dei migliori colori autunnali. Da non intraprendere in caso di nebbia, pioggia e nevischio. Per buoni camminatori che non abbiano problemi nei tratti senza sentiero e buona capacità ad affrontare tratti esposti in cresta. L’escursione percorsa in questo senso permette di affrontare i brevi tratti alpinistici in salita, di gran lunga più gestibili. Tempo occorrente dalle 7h in poi.
Le quote riportate sono rilevate dalla IGC 111 che presenta alcune differenze rispetto alle CTR e altre.

descrizione itinerario:
Si imbocca la sterrata che sale alle Grange Soleglio Bue (1880m) nel Vallone Inchiaus, raggiunte le quali, a vista si prosegue in traverso su vaghe tracce di animali e scomodi traversi erbosi per immettersi nella ripida Comba Cialme. La si risale preferibilmente sul suo fondo, sino a sbucare al colle quotato 2412m. Una traccia di sentiero conduce verso NE sulla cima della Rocca di Cairi (2573m).
Si ritorna al colle 2412m dove una traccia si dirige verso la cresta NE della Quota 2502 che si risale su ripide e strette cenge e roccette piuttosto esposte in prossimità del filo di cresta (lato Preit), raggiungendo la cima (diff. F). (Una traccia di sentiero sul lato Preit, con un traverso taglia più in basso la Quota 2502 e permette di evitare le difficoltà dalla cresta NE, salendola dal canale erboso sul lato opposto).
Dalla cima si scende lungo il canalone erboso che corre parallelo a sinistra della cresta SO, fino ad aggirare una costola oltre la quale si può risalire in cresta in direzione della Rocca delle Sommette. Quando la cresta si fa troppo aerea, la si può abbandonare a favore di cenge erbose (lato Preit), per poi riprenderne il filo appena ridiventa camminabile, raggiungendo la Rocca delle Sommette (2482m).
Si scende sul lato opposto pervenendo su un panoramico promontorio (2464m) che si sporge sul lato Preit oltre il quale, giunti in prossimità di una conformazione rocciosa, la si aggira a destra (lato Unerzio), pervenendo al Colle Soleglio Bue (2337m). La traccia prosegue oltre il colle, raggiungendo la Quota 2412, (Punta Soleglio Bue o Monte Piutas N).
Si continua sul sentiero che contorna il Monte Piutas alla sua base (lato Preit), fino ad intercettare sulla destra una traccia tra i detriti che risale la sua cresta SO. Poco sotto la cima, si supera un breve passaggio dove, con l’aiuto delle mani si raggiunge la vetta del Monte Piutas (2431m).
Si percorre a ritroso la cresta fino a pervenire al Colle delle Basse (2366m). Si prosegue lungo il sentiero che, passando dalla Quota 2429 della Costa dell’Orso, continua su un’ampia dorsale in direzione della Quota 2535. Si abbandona il sentiero che aggira in mezzacosta sul lato Preit la Quota 2535, per risalire l’impennata della dorsale dove sono presenti un paio di punti un po’ franati, superati i quali si raggiunge la Quota 2535.
Si prosegue scendendo per qualche decina di metri un tratto piuttosto ripido che porta al colletto 2495m. Si contorna la base di una parete rocciosa che sostiene la dorsale successiva, riprendendone il filo che si esaurisce contro il torrione del lato N del Bric Boscasso. Qui comincia il breve tratto alpinistico (diff. F): con un traverso sul lato Unerzio, ci si porta alla forcella posta sotto il torrione e si esce su una stretta cengia sul lato Preit che verso destra si immette in un camino di un paio di metri un po’ esposto, uscendo alla croce di vetta del Bric Boscasso (2589m).
(Dal colletto 2495, una traccia taglia trasversalmente il versante est del Bric Boscasso, evitando il tratto roccioso finale).
Si segue la traccia che verso sud scende dalla cima e piegando a sinistra (est, lato Preit) prosegue su comoda dorsale fino alla Rocca la Verde (2540m).
Si percorre a ritroso la dorsale fino a pervenire al colletto quotato 2534m, dove si intercetta una traccia che scende inizialmente ripida nel Vallone Cassin. Si continua la discesa sulla china di una grossa frana che va ad esaurirsi in una conca erbosa posta alla base della Rocca di Pratolungo. Tenendosi a destra, ci si immette nei ghiaioni che ben presto portano sulla strada che sale al Colle del Preit, in prossimità delle Grange Servino. Si percorre la strada fino a raggiungere l’auto.

Itinerari nei dintorni (Anche altre attività)

Cairi (Rocca di) e Bric Boscasso da Preit, anello di cresta spartiacque Unerzio-Preit - (0 km)
Valletta (Passo della) da Grange Selvest - (0.1 km)
Oserot (Monte) dal Grange Selvest - (0.2 km)
Soleglio Bue (Cima del) o Beau Soleil da Preit - (0.6 km)
Cairi (Rocca di) da Preit - (0.7 km)
Gardetta (Passo della) anello Preit - Chialvetta - Preit per il Colle Soleglio Bue (2 gg) - (0.7 km)
Nero (Lago) da Grange Selvest - (0.7 km)
Gardetta (Rifugio della) da Preit - (0.7 km)
Bianca (Monte la) da Grange Selvest - (0.9 km)
Valletta (Passo della) da Grange Selvest, anello per i Colli del Mulo, Ancoccia, Margherina - (1.2 km)
Cassorso (Monte) da Grange Servino per il Passo della Gardetta, anello - (2.1 km)
Eco (Punta) dal Colle del Preit - (2.7 km)
Servagno (Monte) dal Colle del Preit - (2.8 km)
Bodoira (Monte) dalle Grange Ciampasso per il Colle di Salsas Blancias - (2.9 km)
Croce (Punta la) anello per il Passo di Rocca Brancia - (3.6 km)
Sommette (Rocca delle) cresta SO - (3.7 km)
Piutas (Monte), Rocca delle Sommette, Rocca di Cairi da Grange Selvest, anello - (3.8 km)
Cialme (Punta) e Rocca di Pratolungo da Grange Servino - (3.8 km)
Grande (Becco) dal vallone di Marmora traversata Becco Nero e Cima di Test - (4.5 km)
Cassin (Bric) da Chialvetta - (4.9 km)
Peroni (Rocca) e Cima del Bric da Prato Ciorliero, anello - (4.9 km)
Corna (Rocca) dal Colletto di Canosio - (5 km)
Midia Soprano (Monte) e Monte Estelletta da Viviere, possibile anello per il Monte Ciarmette - (5 km)