Vallonasso (Monte) da Larche per il Colle Colle Sautron e il Canale E

difficoltà: PD-   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1700
quota vetta (m): 3034
dislivello complessivo (m): 1334

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: luciastrek
ultima revisione: 25/09/15

località partenza: Larche (Larche , 04 )

punti appoggio: Posto tappa G.T.A. Sambuco(Cn)

cartografia: I.G.C. n°7 Valli Maira Grana Stura

accesso:
Da Cuneo seguire indicazioni per colle della Maddalena. Larche è il primo paese che si incontra scendendo dal colle, entrando in paese si supera un ponticello sul fiume Rochouse, svoltare subito a destra indicazioni Colle Sautron e Mallemort seguire la stradina prima asfaltata poi sterrata per circa 500 metri fino al suo termine, spiazzo dove posteggiare.

note tecniche:
Il Monte Vallonasso è una montagna dall'aspetto dolomitico con un bellissimo torrione posto sopra il colle di Sautron, si trova sullo spartiacque alpino principale delle Alpi Cozie, nella zona del gruppo dello Chambeyron, sulla linea di confine tra Francia e Italia.
Dal colle di Sautron risale la cresta in direzione nord/est per circa 1300 metri fino alla cima Sautron, lo stesso nodo di appartenenza,alcune cartine indicano la cima alla quota 3064 o i 3060 metri (del sistema cartografico on line della prov. di Cn). Il nome deriva da quello della valle sottostante in territorio Italiano detta appunto del Vallonasso.

descrizione itinerario:
Dall'inizio il sentiero è ben indicato con segnaletica giallo, rossa e delle paline con cartello indicatore per il colle Sautron e Tete Dure, si entra nel vallone di Rochouse fiancheggiando l'omonimo rio e dopo circa 2.30/3 ore si arriva al colle.
Si scende per circa 20 metri in territorio Italiano e si sale a sx in direzione di un grande masso chiaro appoggiato su un terrazzino, da questo punto bisogna iniziare un traverso ascendente fino ad arrivare al canale, si prende a riferimento come se la volessimo salire quella che da sotto sembra essere una punta ma che poi altro non è che la breve parete articolata della cresta che dal colle sale verso la cima Sautron.
Costeggiare inizialmente passando sotto alle grandi rocce che scendono dalla cresta, salire gradualmente sfruttando brevi camminamenti e affioramenti rocciosi fino al canale sotto la parete articolata. (visionare le fotografie, prendere dei riferimenti per il ritorno c'è il rischio di rimanere poi troppo alti).
Risalire il rigagnolo asciutto di sx seguendo nel percorso ascensionale la parete sempre di sx, si superano brevi passaggi di arrampicata F+, prima di arrivare in cresta il canale si trasforma in un spazio più aperto con affioramenti rocciosi e pietrame instabile, una volta raggiunta la sommità svoltare a sx ed in pochi passi si raggiunge la panoramica cima.
Volendo salire alla puntina della quota 3064 metri con vista sul vallone di Stroppia, seguire la cresta in direzione nord superando un passaggio PD- .
La gita classificata anche in base alla pendenza del canale che varia da 35° a 40/45° circa, da ricordare che in presenza di neve non è consigliato il traverso, meglio prendere il canalino dall'inizio.