Croix de Fer Ni dieu ni maître

difficoltà: 6c / 6b obbl
esposizione arrampicata: Sud-Ovest
quota base arrampicata (m): 2050
sviluppo arrampicata (m): 250
dislivello avvicinamento (m): 400

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Obelix-Falbala
ultima revisione: 17/09/15

località partenza: Sallanches (Passy , 74 )

punti appoggio: Refuge de Veran

bibliografia: Vallée de l’Arve - Gilles Brunot - Atelier Esope - 2009; Itinéraires d'un grimpeur gâté - Philippe Mussatto - 2010

accesso:
Da Chamonix scendere fino a Sallanches e dirigersi a Saint-Martin-sur-Arve. Raggiungere gli chalets di Grand Arvet (route de Renings e poi route de Crève Coeur) fino al ponte di Crève Coeur. Da qui col 4x4 arrivare fino all'alpeggio di Veran. E' possibile arrivare anche a piedi con un'ora di cammino dal ponte.
Dal rifugio salire fino al bergerie situato poco più in alto proseguendo lungo la sterrata e da lì prendere dritto per vaghe tracce, in principio dentro un bosco, che puntano con erta salita sullo sperone roccioso. Alcuni tratti sono attrezzati con corde fisse. Arrivati al colletto mancano ancora alcuni minuti prima di svoltare in basso attorno allo spigolo della Croix de Fer.
La via parte sotto un caratteristico tetto ad arco.

note tecniche:
Scalata tecnica e sempre esigente su cui non è mai dato nulla per scontato.
Possono risultare utili friend per integrare sui primi tre tiri.
La relazione ufficiale sottovaluta un poco il sesto tiro. E' un 6b un poco farlocco.

descrizione itinerario:
L1: 6a+ su roccia non del tutto meritoria e con passaggi lunghi tra gli spit se non si integra
L2: 6a si comincia a ragionare
L3: 6b estetica arrampicata su fessura rovescia e bella sezione verticale atletica
L4: 6c (che vale 6c+) dapprima morbido, si trasforma in una scalata sostenuta su dita con prese lontane
L5: 6b+ con passo duro nei primi metri
L6: 6b piuttosto ingaggiato, traversa a sinistra
L7: 6a

altre annotazioni:
Via aperta nel 1990 da Thierry Perillat e Pascal Strapazzon