Vergia (Punta) da Rodoretto, giro per i Colli Rodoretto e Longia

difficoltà: BC+ / OC+ / S4   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1277
quota vetta/quota massima (m): 2891
dislivello salita totale (m): 2350
lunghezza (km): 38

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Rocciaclimb
ultima revisione: 11/09/15

località partenza: strada per Rodoretto (Prali , TO )

accesso:
Risalire la Val Germanasca fino al bivio x Rodoretto, lasciare l'auto poco prima in un piccolo slargo.

note tecniche:
Gita con molto spintage/portage ma con 2 discese veramente interessanti e molto tecniche che ripagano in pieno la fatica spesa a salire.
Ci sono circa 1200-1300mt di spintage x lo più agevole con i tratti finali verso i colli dove la si deve caricare a spalla.
In discesa la difficoltà si attesta sul S3 con lunghi tratti di S4 fatti da profondi e stretti solchi con poco spazio di manovra,fondo smosso,pendenze al limite e grossi ostacoli/scalini

descrizione itinerario:
Risalire la valle di Rodoretto lungo la strada dapprima asfaltata e poi sterrata fino all'ultimo alpeggio,reperire il sentiero posto alla sua sx e continuare pedalando ancora fino a quota 2100.Da qui fino al Colle di Rodoretto è tutto spintage e portage nei 200 mt finali (si riesce a pedalare ogni tanto solo x brevi tratti ).
Dal Colle ci sono circa 200mt molto ripidi e tecnici con pendenze estreme in profonde canaline dal fondo di pietre smosse di media dimensione e con tornanti stretti e scalini/ostacoli vari.. un bel S4 insomma!
Oltre questa parte le difficoltà calano fino a giungere su di una sterrata che si deve seguire fino in prossimità del torrente che si guada x reperire un sentiero a mezzacosta con tratti tecnici e divertenti. Anche qui ad un certo punto ci si immette su di una sterrata, la si segue, si ignora il bivio in salita sulla sx e si prosegue fino ad un ponte: prendere ora la strada di sx che ci porta nel Vallone di Argentera e poi con dura salita all'A.Gran Miol dove termina il tratto pedalato.
Si passa in mezzo le baite e sul pianoro successivo si tiene il centro passando su vaghe tracce e radi segnali (attenzione in caso di nebbia), ciclabilità a tratti.
Verso la fine del piano il sentiero si fa più marcato e lo si segue giungendo al Colle della Longia m.2817; sulla dx parte il sentiero 210 che,con un lungo mezzacosta in parte ciclabile, ci porterà in circa 30' al Colle Frappier m.2891.
Ora comincia la parte interessante della discesa:numerosi tornanti di ogni genere, scalini vari, tratti scavati profondi, tratti rocciosi dove occorre spostare con precisione il posteriore.
Sono circa 1100mt di S2-S3 con numerosi tratti S4,uno spettacolo! Giunti al Bout du Col si prende la sterrata che costeggia il torrente e si arriva a Giordano, attraversare la borgata e con un divertente sentiero giungere a Olgiere ed in breve a Prali.
Via asfalto si ritorna alla macchina.

Stazione Nivologica (Altre)

Praly - 1385m (2 km)