Chli (Klein) Bielenhorn Novembertraumli

difficoltà: 6b / 6a obbl / A0
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 2700
sviluppo arrampicata (m): 240
dislivello avvicinamento (m): 400

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: mimi damup
ultima revisione: 24/08/15

bibliografia: le guide plaisir di Jürg von Känel. Arrampicare in Svizzera. la non attendibile per le salite di granito in zona furka: Itinerari sportivi e moderni su roccia di Fulvia Mangili, Aristide Quaglia

accesso:
poco prima del passo del furka si parcheggia e si prende il sentiero per la sidelhutten, quando questo gira a sx sotto una fascia di roccia, si individua una leggera traccia che va a dx, la si segue fino ad una pietraia che si percorre (ometti) fin sotto la parete. si incrocia anche un sentiero con srtisce bianche e blu. 1 ora circa.

note tecniche:
La gita è già stata descritta da "mim" ma essendo poco precisa e priva di dati interssanti mi permetto di descriverne una nuova. non pensavo che la parete del chli bielenhorn fosse così bella. una splendida cattedrale granitica che merita, anche per la sua vicinanza, di essere frequentata. la via in questione è, anche se non lunga, molto bella. la chiodatura è un pochino vetusta e i fix sono pochi (un paio di dadi da stringere) e nei punti non proteggibili, si consigiano nuts e friends fino al n.3, quest'ultimo indispensabile per azzerare il traverso sotto il tetto del secono tiro. si tratta di una via alpinistica dove bisogna sapersi proteggere, non tutte le fessure sono perfette per i friends e qualche passo esige un minimo di decisione.

descrizione itinerario:
attacco: circa 30/40m a sx dell'evidente diedrone/camino della perrenoud individuare un diedro aperto che alla sua sx ha una serie di lame verticali (attacco originale) sotto le quali si intravede un bollo arancio sbiadito. si vede la prima sosta circa 25 m piu in alto a dx.
1) si attacca il diedro aperto andando verso dx, quando diventa più verticale si sale dritto e a sx si raggiunge la sosta.tiro interamente da proteggere. 5b
2) puntare dritto alla vecchia sosta, rinviarla e spostarsi a sx con un difficile passaggio, seguire il diedro e traversare sotto il tetto (A0), altro passo difficile a dx e poi dritto in sosta. 6a /A0
3) tiro splendido nel diedrone. si va o subito dritto per lamone/diedro da proteggere, oppure a sx in traverso fIno ad un fix alla base del diedrone(vecchia sosta inutile), si prosegue con faticosa scalata in dulfer fino al termine del diedro fessurato. ultimi metri in camino aperto. 6a continuo
4)ci si sposta su terreno apparentemente più facie a sx, da proteggere fino ad un fix in placca, da qui di travers a dx (chiodo non visibile) e per placca con fessurina svasa un sosta.6a+
5) delicatamente a dx si entra nel bel dierdo (chiodo giallo alto) passo difficile da proteggere, sotto il tetto si devia a dx e per fessure e didrini leggermente verso sx, si arriva in sosta. 5c
6) leggermente a sx verso un fix alto, lametta e chiodo poco sopra, poi delicato (chiodo nascosto) in fessura e si esce a dx dei tettini.dalla sosta proseguire per 10m fino alla sosta di calata con due moschettoni saldati. 5b
discesa: in doppia su soste nuove con due fix con anelli, tranne l'ultima comunque rinforzara da un fix.