Ursella-Zandonella (Bivacco) da Santo Stefano di Cadore

sentiero tipo,n°,segnavia: nr 335-330 strada asfaltata, sentiero
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 855
quota vetta/quota massima (m): 2000
dislivello salita totale (m): 1200

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: lancillotto
ultima revisione: 24/08/15

località partenza: S.S. 52 (Casa Cantoniera) (Santo Stefano di Cadore , BL )

punti appoggio: Bivacco Ursella/Zandonella

cartografia: Carta Tabacco 017 Dolomiti di Auronzo e Comelico

accesso:
S.S. 52 subito qualche centinaio di metri dopo l'uscita della lunga galleria che porta in breve a Santo Stefano di Cadore. Parcheggio nei pressi di una casa cantoniera abbandonata.

note tecniche:
Bivacco con 9 posti, dotato di materassi e coperte. Non c'è acqua nelle immediate vicinanze, bisogna scendere di circa 30' sul sentiero di accesso al torrente.

descrizione itinerario:
Dalla S.S. 52 seguire la pista per bike asfaltata per circa km 1,5. Nei pressi di una piazzola, seguire la stradetta sterrata a ds dove si incontrano le prime indicazioni per il bivacco. Attraversare l'alveo del torrente e risalire l'opposto versante. Qui il sentiero è stato sconvolto da una frana per cui si continua in salita sulle ghiaie (tracce di passaggio, ometti) fino a ritrovarlo più in alto. Continuare con tratti ripidi fino a quota mt 1600 circa dove si trova la deviazione per forcella di Malpasso. Ora si traversa in lieve saliscendi la testata della valle verso ds fino al torrente (ultima acqua), il bosco si dirada e il bivacco è già visibile in alto. Per buon sentiero ora panoramico sui monti del Comelico e le vicine cime dei Brentoni si raggiunge il bivacco.

altre annotazioni:
Il bivacco è dedicato a Angelo Ursella, il grande alpinista friulano di Buia morto a soli 23 anni durante una salita all'Eiger il 14 luglio 1970. Il bivacco raggiungibile in circa ore 3,30, sorge a 2000 metri sotto le pareti dei Brentoni, in un luogo di selvaggia, struggente bellezza: un piccolo poggio dominato da un alto larice.