Pozzo (Cima di) o Putzenhöhe da Gelenke

sentiero tipo,n°,segnavia: sentiero n.65
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1580
quota vetta/quota massima (m): 2437
dislivello salita totale (m): 1020

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Andrea81
ultima revisione: 23/08/15

località partenza: Gelenke (Chienes , BZ )

punti appoggio: Malga Moarhof 1830 m

cartografia: Tabacco Foglio 033 - Val Pusteria, Brunico

accesso:
Autostrada A22 del Brennero uscita Bressanone, si imbocca la Val Pusteria seguendo poi per Terento sulla sinistra; si prosegue per il paese di Molini,a ma prima di arrivare sulla sinistra poco prima dell’albergo Lärchenhof si trova una stradina che porta ai masi alti di Aschbach/Tal e ad un parcheggio Gelenke 1580 m circa. Si può anche arrivare da Chienes, in questo caso i bivi sono a destra.

note tecniche:
Escursione semplice e non lunga (13 km totali) ma molto panoramica. Consigliabile a inizio estate o nel periodo autunnale vista la quota non troppo elevata.

descrizione itinerario:
Dal piazzale sterrato in località Gelenke si prosegue lungo la strada sterrata vietata al traffico, dapprima con un rettilineo abbastanza lungo, poi con una serie di tornanti nei quali si possono individuare dei sentieri utilizzabili come scorciatoia (sono più identificabili al ritorno). Raggiunto un bivio si trascura la stradina che va a sinistra, e si prosegue sulla strada principale, che cambia versante aggirando un costone boscoso, e de li a poco conduce alla malga Moarhof 1883 m. Si prosegue oltre lungo la strada, fino ad incontrare un cartello che indica il Lago Verde (Grünbachsee). Si segue questo sentiero che sale abbastanza ripido nel rado bosco, raggiungendo più in alto nuovamente la sterrata, nei pressi di un alpeggio. Si riprende quindi a seguire il tracciato della sterrata, volendo si possono tagliare i successivi tornanti; quando si è in vista dell'ultimo alpeggio Grünbacher Alm 2114 m, senza raggiungerlo si trova un cartello che indica la prosecuzione del sentiero n.65. Si prosegue per magri pascoli senza possibilità di errori, sino a giungere ad un colletto dove sbuca all'improvviso il bel Lago Verde 2258 m (Grünbachsee). Si prosegue sulla destra, sul sentiero in diagonale ascendente, sino ad arrivare alla base del pendio erboso che proviene dalla vicina cima (identificabile da lontano grazie alla grossa croce). Si risale faticosamente l'ultimo tratto di sentiero, abbastanza ripido sino alla cima 2437 m.
Discesa per lo stesso itinerario di salita, oppure volendo allungare è possibile compiere un percorso ad anello; dalla cima si segue l'alta via in direzione ovest, che si mantiene sempre nei pressi del filo della dorsale. Si scende al colletto sottostante, e poi si prosegue con saliscendi fino alla Cima Dodici 2351 m (Zwolferspitz). Da questa si prosegue toccando alcune elevazioni tra cui la quota 2404 m, fino ad incontrare il bivio con il sentiero n.11a sulla sinistra, che permette di scendere verso valle.Lo si segue fino alla malga Pichler Bergalm 2049 m, dove si trascura la prosecuzione del sentiero 11a, a favore della stradina sterrata (sentiero 65a). Si segue questo sentiero finchè riporterà al parcheggio di Gelenke.