Sans Nom (Aiguille) Cresta sud

difficoltà: D   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 3144
quota vetta (m): 3444
dislivello complessivo (m): 300

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: ilcoppione
ultima revisione: 13/08/15

località partenza: Champex lac (Orsières , Entremont )

punti appoggio: RIFUGIO TRIENT

bibliografia: MONTE BIANCO CLASSICO E PLAISIR

accesso:
Dalla località Champex e' comodo usufruire della seggiovia che permette di risparmiare un certo dislivello; seguire il bel sentiero che permette di arrivare prima alla Cabane d'Orny, proseguire fino a raggiungere la Cabane du Trient dove e' consigliabile pernottare; il giorno seguente traversare il ghiacciaio di Trient puntando all'evidente sella del Col de Plines, alla sx dell'attacco della classica traversata dell'Aiguilles Dorees; dal colle scendere per sfasciumi, pochi ometti presenti, perdendo progressivamente quota superando la dorsale rocciosa che proviene dalla Tete Crettez; da questo punto risulta evidente la bella cresta dell'Aiguille Sans Nom, per sfasciumi e blocchi puntare ad una cengia ascendente che permette di attaccare la via più' in alto dove la roccia e' migliore.

descrizione itinerario:
Dal punto di attacco tirare dritti su facile roccia, II e III grado, dirigendosi verso il filo della cresta a dx che delimita il canale che sale fin sotto la cima, qualche spit presente; raggiunto il filo continuare lungo lo stesso su bella roccia con passaggi massimo di IV grado; poco sotto la punta sud si interseca l'itinerario della traversata dell'Aiguille Dorees;
seguire il suddetto itinerario in direzione est verso il Col Copt che si raggiunge dopo un traverso esposto e una doppia di 30 metri; continuare sul filo di cresta aggirando prima un bel gendarme di granito rosso e quindi superando un secondo gendarme con una breve risalita di III grado;
raggiunta una zona di sfasciumi sulla sx, lato Trient, sono presenti delle nuovissime soste di calata da 45 metri che in breve depositano sul ghiacciaio di Trient; altrimenti e' possibile proseguire la traversata fino alla Breche Crettez e quindi scendere sul Ghiacciaio di Trient.