Terra, Porta, Sià (Colli) da Ceresole Reale, giro

difficoltà: OC :: OC :: S3 :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1549
quota vetta/quota massima (m): 3018
dislivello salita totale (m): 1847
lunghezza (km): 37

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Rocciaclimb
ultima revisione: 07/08/15

località partenza: Ceresole Reale (Ceresole Reale , TO )

note tecniche:
Lunghissimo giro molto impegnativo sia tecnicamente che fisicamente. Molto portage in salita, 3 colli, lunghe discese sempre difficili e costanti ma con elevata percentuale in sella; la mulattiera Reale è magnifica e interamente ciclabile fino ai laghi Losere poi ci sono molti tratti franati e altri non ciclabili.Dura la risalita al Colle Sià dove, ormai la fatica del giro si fa sentire..da antologia la discesa dal Sia a Ceresole!
Ciclabilità:
salita 60%
discesa 85/90%

descrizione itinerario:
Dalla piazza del Municipio si scende lungo il lago e si risale x asfalto fino a Chiapili Sup. dove,poco dopo la sbarra invernale,sulla dx parte la Mulattiera Reale. La si segue (ciclabilità 99%) salendo su dolce pendenza e numerosi tornanti con buon fondo fino a sbucare nei pressi del Lago Agnel a quota 2360 m.Si percorrono un paio di km di asfalto fino a giungere ai Laghi Losere dove comincia il "Sentiero del Re".
Si superano i 2 laghi e si entra in un traversone lunghissimo e altamente panoramico con vista sul lago di Ceresole e la Cima del Carro.
Percorso questo tratto completamente ciclabile si alternano tratti a spinta ad altri brevi pedalati.
La risalita finale verso il Colle della Terra è completamente a spintage o portage (45-50% ciclabilità) con un'ultimo faticoso tratto si giunge al colle m.2905.Ora comincia la prima dura discesa:dopo un primo tratto esposto seguono 2 tornanti stretti tecnici ed espostissimi dove uno sbaglio significa letteralmente "volare" al sottostante Lago Lillet..seguono altri tratti impegnativi (S2-S3) e poi un tratto franato dove anche a piedi risulta difficoltoso scendere.Superato questo tratto si torna in sella,si passa vicino al lago e si riprende la salita,ciclabile con buona gamba fino quasi alla fine della dorsale morenica;oltre la pietraia non permette di fare più nulla se non un crudo portage fino al Colle della Porta m.3005 (60-65% ciclabilità).
La prima parte di discesa si fa a piedi tra frane varie e tratti non ciclabili, poi comincia la tecnicissima strada del Re con numerosi tornanti su muretti a secco in perfetto stato ancora.
Si scende ora con alcuni tratti più scorrevoli alternati ad altri più impegnativi (da S1 a S3) fino ad un bivio a quota 2265 dove noi prenderemo la dx in direzione colle Sia. Si supera in 2 punti il torrente nel punto meno profondo cercando di non finire a mollo e si comincia l'ultima faticosa risalita (ciclabilità 5%) verso il Colle Sia.
Ora non resta più altro che discesa, un susseguirsi di alti scalini, massi, radici e ostacoli vari, concentrazione sempre al massimo. (S2,lunghi tratti S3)
Quasi sotto si incontra un bivio,noi abbiamo preso a sx ( a dx si arriva in Municipio ma sembra si debba ancora spingere su terreno nn molto bello) ed in breve si giunge sull'asfalto in frazione Broc.
Una breve risalita su asfalto ci porta alle auto.