Ghiffi (Passo del) Ciapun Lisciau

difficoltà: dal 5 / al 7b
esposizione arrampicata: Ovest
quota falesia (m): 1000
lunghezza min itinerari (m): 15
lunghezza max itinerari (m): 27

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: mikesangui
ultima revisione: 14/07/15

accesso:
dall'uscita autostrada di lavagna seguire per CARASCO - BORZONASCA. Arrivati al paese di borgonovo , passando sotto il voltino voltare a DX in direzione passo del bocco/ PARMA. arrivati al passo del bocco, di fronte al rifugio prendere deviazione a SX verso passo del ghiffi. Posteggiare in uno slargo a DX dove la strada da salita diventa discesa ( indicazione del passo e cartelli del parco) (circa 1h da lavagna). Una volta pargheggiato attraversare la strada e prendere lo sterrato oltre la sbarra con filo spinato. Seguire la bella strada sterrata nel bosco finchè non si incontra una deviazione che sale sulla SX e una che continua dritta, tenere quella dritta e la strada finisce in uno slargo (moltissime piante di lamponi lungo la strata). Da lì prendere una traccia di sentiero che con sali a e scendi arriva al cartello che descrive la falesia. al cartello prendere il sentiero vicino al cartello (NON QUELLO CHE SCENDE subito) .
Qui il sentiero diventa un poco meno evidente , sdrucciolevole e dissestato ma in poco, scendendo e risalendo il costone del monte sia arriva alla bella falesia. In questo tratto non si deve cadere altrimenti si rotola parecchio a valle occhio, non adatto a bambini.

note tecniche:
Si finiscono i piedi dopo pochi tiri per via dello stile tecnico e "piedoso" . La forza di avambracci è inutile.. tutto equilibrio e fiducia nei piedi.
Ombra e fresco la mattina anche in questi giorni di caldo. Il sole arriva poco prima delle 13 in estate.
Nel pomeriggio si può andare alla placca nera della falesia di sopralacroce , che dista 15-20 min di macchina e 15 di sentiero da lì.. ma è molto meno fresca anche se all'ombra.

descrizione itinerario:
Bellissima placca in cui i tiri hanno tutti il carattere dell'aderenza. A prima vista sembra troppo appoggiata per offrire difficoltà elevate, ma basta provare i tiri per ricredersi. i tiri più facili (5b-6a) sono i primi che si incontrano arrivando. I tiri sono tutti molto belli, fessure un po' piene di erba ma si scala benissimo lo stesso (qualcuna l'ho puilita).
In maggioranza i tiri sono gradati 6b/c in ogni caso la descrizione della falesia è evidente nel cartellone sul sentiero.
Solo una nota, è stata aggiunta una variante non descritta nel cartellone, è evidente per via dei fittoni di marca diversa.
Chiodatura perfetta, catene e moschettone alle soste.
Ottimo lavoro.

altre annotazioni:
Falesia chiodata da Fabio Piepaoli e associazione outdoor liguria.