Cuney (Rifugio e Oratorio di) e Col Chaleby da Lignan, giro

difficoltà: BC+ / OC+ / S4   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1643
quota vetta/quota massima (m): 2686
dislivello salita totale (m): 1342
lunghezza (km): 23

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Rocciaclimb
ultima revisione: 10/07/15

località partenza: Lignan (Nus , AO )

accesso:
Autostrada TO-AO uscita di Nus,al casello si prosegue verso Aosta e sopo breve si seguono le indicazioni x L'Osservatorio Astronomico di Lignan.Posteggiare l'auto in centro paese.

note tecniche:
Itinerario completo, sterrato dal semplice fondo ma con pendenze impegnative,sentiero a volte impegnativo in salita,tratti di portage e spintage,discese molto tecniche e ripide alternate ad altre decisamente più rilassanti e semplici ma non meno belle.
In discesa ci sono lunghi tratti di S3 e altrettanto lunghi di S4 (discesa dal Col Chaleby) che richiedono dimestichezza col ripido a gradoni e tecnico molto stretto con esigui spazi di manovra.

descrizione itinerario:
Da Lignan seguire la strada asfaltata fino alla Fraz.Porliod;in corrispondenza dell'area pic-nic svoltare a sx sempre su nastro asfaltato e raggiungere l'A.Arset Damon dove comincia il lunghissimo sterrato con pendenze sempre sostenute ma dal fondo ottimo (Tc-MC) specialmente nel tratto iniziale e in quello che aggira il M.Morion.Il panorama che si gode è magnifico e allieva le fatiche,si tocca l'A.Chavalary m.2150 e dopo la strada comincia a scendere.La si segue fino a giungere nella conca dove sorge l'A.Tsa di Chavalary m.2430;appena superato il ponte si deve intercettare un sentiero o quel che ne rimane inizialmente (50mt. circa,vedi traccia gpx).X non sbagliare salire direttamente in verticale fino a raggiungere il sentiero (AV1) che si percorrerà in seguito x raggiungere il Col Chaleby.Raggiunto il sentiero lo si segue verso destra fino a raggiungere il rifugio e Oratorio di Cuney (30' circa di portage dall'Alpeggio).
La discesa comincia subito dura con un bel tratto a gradoni (S3,tratti S2) e 2 sezioni veramente impegnative di S4 su paretina rocciosa e tratto tortuoso stretto e gradonato in seguito,raggiunto il traversone dell'AV1 si comincia a pedalare (anche se a prima vista non sembra) fino alla palina del bivio Col Salvè-Col Chaleby ,si prende a salire ripidamente verso dx,si costeggia un laghetto (fin qui 10' circa in vari tratti separati, di spintage)) e si raggiunge il Col Chaleby m.2653 con gli ultimi 10' di portage.
Ora viene il bello della giornata,il tratto che conduce al lago sottostante fino a circa oltre la metà è di S4 continuo molto ripido a gradoni alcuni alti continui,tornantini stretti a V molto vicini con esiguo o nullo spazio di manovra e con gradoni in centro o uscita curva..dopo si fa molto più scorrevole fino al bivio x il Biv.Clermont.
Dal bivio prendere a sx (segnali gialli sulle pietre) x pratoni fino a raggiungere il sentiero sulla dorsale di sinistra che alterna tratti scorrevoli ad altri più impegnativi (S2-S3) rovinati dal passaggio delle vacche.Il tratto finale si svolge su percorso più largo e compatto ma molto ripido e con poca tenuta;si raggiunge così l'A. Champanement m.2318.Seguire la strada sterrata in discesa fino al primo tornante verso dx e reperire il sentiero 10B (indicazioni).La prima parte risale leggermente con breve tratto di spintage,segue poi una fantastica discesa (S2,brevi tratti più difficili) in mezzo al bosco che conduce allo sterrato vicino all'A.Chaleby;a poca distanza si vede Lignan,seguendo il veloce sterrato si ritorna al punto di partenza.