Valcuca (Cima di) Autoritratto

difficoltà: 6c+ :: 6b obbl ::
esposizione arrampicata: Nord-Ovest
quota base arrampicata (m): 1900
sviluppo arrampicata (m): 390
dislivello avvicinamento (m): 550

copertura rete mobile
wind : 0% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: popeantonio
ultima revisione: 04/07/15

località partenza: Terme di Valdieri (Valdieri , CN ) (Valdieri , CN )

punti appoggio: Rifugio Valasco, Pian del Valasco, tel. +39 0172 1987 369

accesso:
Dalle Terme di Valdieri salire a piedi al Pian del Valasco. All'altezza del rifugio attraversare il torrente (passerella) e proseguire verso la evidente parete risalendola; la via attacca sul punto più basso del settore centrale (cosiddette "Placche del Valasco"), all'inizio del canale che costeggia la parete (1h 15' dalle terme).

note tecniche:
Via recentemente (2013) richiodata da L. Salsotto e L. Orsi, che l'hanno allungata rispetto ai tiri originari di A. ed E. Grillo (1990). Pare sia previsto un ulteriore prolungamento dei tiri sopra la cengia. Granito in più tratti perfetto. L'ottavo e il nono tiro sono un po' disturbati dalla vegetazione. Chiodatura a fix inox piuttosto distanziata (S 2), con scarse possibilità di usare protezioni mobili.

descrizione itinerario:
L1 placca (6b, 45 m)
L2 placca con duro passo di ribaltamento su muretto (6b+/A0, 50 m)
L3 muretti e placca ( 6b+, 55 m)
L4 dopo il ribaltamento su strapiombetto, due possibilità. Variante di destra: placca molto delicata (6c+, 30 m). Variante di sinistra: placca e muretto con passo duro (7a?)
L5 difficile muretto e traverso verso sinistra fino a prendere la sosta della variante di sinistra di L4 (6b+, 15 m)
L6 placca delicata (6b+, 30 m).
Qui terminava la via originale di Grillo. Seguono le lunghezze recentemente aggiunte da Salsotto e Orsi.
L7 diedro con difficile ristabilimento, poi sperone (6a+, 50 m)
L8 salti erbosi (6a, 60 m)
L9 salti erbosi , uscita sulla cengia (6a+, 50 m)

Discesa: Possibili ma sconsigliate (rischio incastro) le calate in doppia sulla via. Meglio seguire la cengia verso dx (faccia a monte) per circa 50 m, doppiare il tiro di Dirotta su Cuba e raggiungere le calate di Havana Club. Consigliate due brevi doppie da 30 m e tre da 60 m (ultima giusta).

altre annotazioni:
Via aperta nel 1990 da A. ed E. Grillo, richiodata ed allungata nel 2013 da L. Salsotto e L. Orsi.


Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale