Tagliaferro (Monte) Cresta NNO

L'itinerario

difficoltà: D-   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Ovest
quota partenza (m): 2324
quota vetta (m): 2964
dislivello complessivo (m): 640

copertura rete mobile
vodafone : 20% di copertura
tim : 0% di copertura

contributors: robertomancinelli
ultima revisione: 09/05/09

località partenza: per il Colle Mud (Rima San Giuseppe , VC )

punti appoggio: Rifugio Ferioli

bibliografia: Buscaini - Monte Rosa.

accesso:
Punto di partenza può essere indifferentemente Rima (1411) o Alagna, fraz. Pedemonte (1246).

note tecniche:
Sviluppo della via circa 900 m.
Cresta discontinua nella parte bassa (a tratti si cammina su zone erbose); continua, a tratti esposta, e con bella roccia nella seconda metà.
Se le nebbie (frequenti in estate) non lo impediscono,
magnifico panorama sul Monte Rosa che si trova proprio di fronte.
Difficoltà classiche: I e II con passi di III nella parte bassa.
In gran parte II e III nella parte alta, con passi di IV e un un breve tratto in placca di V-, dove si trovano 2 chiodi.
Sulla via si trovano tre chiodi in tutto; portare cordini e fettucce, alcune protezioni veloci (eventualmente chiodi).
Il tempo varia in base ai tiri che si decidono di fare (in gran parte si può andare in conserva): indicativamente 4 ore.
Non conviene portarsi sulla zona erbosa a destra in quanto il terreno è infido e piottosto pericoloso.
Salita divertente e non difficile in un bel posto relativamente poco frequentato nel cuore del parco naturale alta Velle Sesia.

descrizione itinerario:
Dal Colle Mud (2324) si risale un pendio erboso, passando vicino ad una lapide, e si perviene alla base delle rocce.
Salire (I e II zone erbose) per 150/200 m.
Continuare tenendo la destra (percorso non obbligato) e rimanendo per quanto possibile sul filo di cresta (non molto marcata) di roccia buona a gradoni (1 chiodo di via 150/200m).
Si giunge all'uscita di una cengia (cengia Eida Weg) che traversa la parete Nord. Da questo punto la cresta diventa via via più stretta ed affilata su buona roccia. Arrivare ad un pilastro dove si trova una breve placca esposta (V-) con due chiodi.
La cresta continua per alcune lunghezze di piacevole arrampicata sempre sul filo (III), sino alla sommità.