Mortens (Becca) da Isollaz per il Vallone di Tron e la cresta SE

sentiero tipo,n°,segnavia: n.1
difficoltà: EE/F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Ovest
quota partenza (m): 658
quota vetta/quota massima (m): 2735
dislivello salita totale (m): 2150

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Enzo51
ultima revisione: 17/06/15

località partenza: Isollaz (Challand-Saint-Victor , AO )

punti appoggio: Nessuno

cartografia: IGC 1:50.000 Ivrea Biella Bassa Valle d'Aosta n.9

accesso:
Da Verres risalire la Val d'Ayas fino al bivio per Isollaz prima di Challant Saint Victor. Scendere in paese e parcheggiare in un piccolo spazio prima del ponte sull'Evancon al primo cartello di divieto. Si può volendo al fine di accorciare il dislivello, salire ancora in auto al bivio oltre il ponte a dx, fino alla chiesetta di Ollion (1176m) dove esiste il divieto ultimo oltre il quale la sanzione è inevitabile, a meno di essere muniti di permesso.

note tecniche:
Bella piramide rocciosa dalle forme perfette vista da fondovalle. Un escursione EE per la quasi totalità della sua estensione. Breve tratto alpinistico facile che riguarda la discesa 3 m ad una forcella nel tratto finale della cresta a breve distanza dalla vetta. Per questo motivo è giustificabile e più corretta la valutazione EE/F.
A questo, unito alla lunghezza del tracciato, più la carenza di segnaletica, all'ambiente isolato, alla mancanza di acqua (reperibile cmq da un torrentello nei pressi dell'alpe Tron sup., ma solo fino a inizio stagione) la gita è' da considerarsi riservata a persone molto allenate e capaci, e sopratutto motivate e idonee ad affrontare percorsi in ambienti selvaggi.

descrizione itinerario:
Da Isollaz oltre il ponte sull'Evancon con sentiero n.1 al bivio a sx, salire per prati inizialmente fino al bosco, dove questo cede il posto a una comoda mulattiera e taglia piu' in alto la poderale in piu' punti. Si perviene alla bianca chiesetta di Ollien. Fin qui' si puo' ancora pervenire in auto senza rischio di sanzioni.
La mulattiera cede ora di nuovo il posto al sentiero, e sempre seguendo le freccie gialle tagliando ancora qualche tornante, si perviene alla bella frazione di Fontaney. Si segue lo sterrato che porta al col Dondeuil fino all'alpe Chalex (1700m ca).
Reperire sulla sx il sentiero che a mezza costa in breve porta all'alpeggio poco sopra di Chanaley. Il sentiero prosegue in traverso e in lieve salita da dx verso sx sin sul filo della cresta che scende in direzione ovest dalla Becca Chalex. Oltre la cresta in traverso e in lieve discesa si fa ingresso nel solitario ed appartato vallone di Tron .
Raggiunta l'alpe Tron superiore (2141m) il sentiero con ancora qualche ometto qua' e la' riprende a salire ripido per macereti e ampie fasce erbose in direzione della cresta sud.est della nostra montagna, che si abborda in prossimita' di un cartello della caccia nel punto piu' basso. A sx appare la vetta. La cresta che bisogna percorrere sul filo e' facile, tranne che in un tratto dove con un passaggio lievemente esposto si scendono tre metri per toccare una forcella erbosa, dalla quale con un ultima facile impennata si tocca il vertice della montagna.
Discesa per medesimo itinerario di salita. ( Dalle 5 alle 6 ore, prevedere pari tempo per la discesa. Si puo' ridurre il tempo di un ora se si parte da Ollien l'equivalente di 400mt ca di dsl. in meno da non piu' fare a piedi.)