Subra salita per la Simova Pita, discesa per il Subra Plateau

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 800
quota vetta/quota massima (m): 1679
dislivello salita totale (m): 900

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: il.bruno
ultima revisione: 30/05/15

località partenza: Borici, Herceg Novi, Montenegro (undefined , undefined )

punti appoggio: rifugio Za Vratlom

bibliografia: http://www.pksubra.me/

accesso:
Da Herceg Novi si segue la strada per Trebinje fino a Kameno, si gira a destra seguendo le indicazioni per Subra, si attraversa un paesino, si lascia a destra la strada per Zljiebi e dopo alcuni tornanti si raggiunge la località Borici, dove si lascia l'automezzo.

note tecniche:
Itinerario dapprima su strada sterrata (percorribile con mezzo fuoristrada ma molto dissestata), poi per sentieri nel bosco ed infine per roccette su terreno calcareo/carsico. Si descrive l'itinerario ad anello ma si può ovviamente salire e scendere per il percorso descritto come discesa.
Efficacemente segnalato.

descrizione itinerario:
Da Borici si prende la strada sterrata che percorre la valle verso la montagna, dapprima con poca pendenza, quindi con ripide rampe che conducono alla sella di Vratlo, che precede di pochi minuti il rifugio.
Si prosegue su sentiero nella conca seguendo le indicazioni per Subra. Per salire dalla Simova Pita, a un bivio prendere a destra per Orjen. Si prosegue con saliscendi sull'altopiano carsico, nel bosco, sfiorando la grotta visitabile Vodena Jama. Si prosegue e a un altro bivio si tiene la sinistra.
Si sale gradualmente con più decisione e si esce dal bosco in una zona carsica, presso la quale si rinviene la grotta Simo (poco più di un riparo sotto un aggetto), ormai vicini alla montagna incombente. Si prosegue oltre traversando a sinistra, si sale un facile canale, si prende lungamente a sinistra una larga cengia, si sale nuovamente a destra per un altro canale. Si raggiunge infine la dorsale nord est da dove dapprima ripidamente, poi meno, si raggiunge la vetta.
In discesa si prende il sentiero verso sud, che perde quota su terreno sassoso, erboso, e boscoso, fino al Subra Plato, pianoro roccioso carsico tra impressionanti spaccature verticali molto profonde. Si prosegue la discesa su terreno più semplice fino al rifugio e alla sterrata di accesso.

altre annotazioni:
Panorama ampio e istruttivo su tutta la zona, anche se la linea di costa non si vede. Interessanti i fenomeni carsici così pronunciati.