Ornio (Monte) Anello per Malotira, Mavri, Livada e valle di Kolokythas

sentiero tipo,n°,segnavia: nessuno
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 1400
quota vetta/quota massima (m): 2139
dislivello salita totale (m): 1650

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: erba olina
ultima revisione: 29/05/15

località partenza: Mitato Kakoperato (Drakona , Creta )

cartografia: Crete 11.11/11.12 Lefka Ori, Topo 25 Anavasi 1:25.000

accesso:
Dalla strada che collega Drakona a Theriso, nell'entroterra di Chanià, imboccare la strada inizialmente asfaltata (senza indicazioni) che porta all'alpeggio di Kakoperato. La strada diventa in breve sterrata e disagevole per vetture non fuoristrada. All'unico importante bivio trascurare la diramazione di destra e proseguire fino al termine della rotabile, in corrispondenza di una curva con piccolo spiazzo.

note tecniche:
Escursione di circa 16 Km., in completa assenza di sentieri, su terreni roccioso detritici faticosi ma non difficili, moltissimi saliscendi e, nel tratto del Kolokythas, con aggiramenti di elevazioni secondarie e doline.

descrizione itinerario:
Dallo spiazzo si rimonta la dorsale in direzione est fino al bordo di una dolina e ad un mitato in cattivo stato. Il colle di fronte si raggiunge con ampio semicerchio sinistra-destra. Dal colle, che difende il piccolo mitato Tria Matia, o meglio anche prima, si piega a sinistra verso la cresta spartiacque sulla valle di Kolokythas. Questa dorsale va rimontata più o meno integralmente, con i suoi saliscendi, fino alla doppia punta del Malotira. Da qui si scende ripidamente per roccette e si punta a sinistra la grande mole nera del Monte Mavri.

Dalla sua vetta si ridiscendono gli scuri pendii in direzione SSE e si torna sulla cresta che porta all'Ornio, complesso di svariate cime di cui 2 arretrate e di colore più scuro a sud. Quella più orientale, quotata 2139 metri, è la più alta e offre un'ottima vista su Aghio Pnevma, Spathi e, in lontananza, Psiloritis, Kedros e Dikti. Si scende verso SE fino al pianoro di Livada e da qui si rimonta il pendio ovest che dà accesso alla valle del Kolokythas, zona di doline dominate da elevazioni coniche che rendono l'orientamento difficoltoso.

Dopo vari aggiramenti e saliscendi si tocca su un belvedere il mitato Kolokythas e con un'ultima discesa e risalita si torna al colle alla base della cresta intrapresa al mattino. Da qui per itinerario di andata si rientra all'auto.