Peyron (Rocher) - Bec du Lievre Parete NE - Couloir Anna

tipo itinerario: itinerario complesso
difficoltà: / 4.2 / E3   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Est
quota partenza (m): 1948
quota vetta/quota massima (m): 2764
dislivello totale (m): 816

copertura rete mobile
wind : 40% di copertura

contributors: assedras
ultima revisione: 01/05/15

località partenza: Le Pontet (Larche , 04 )

punti appoggio: -

cartografia: Esquiar

bibliografia: Topo Neige it F9.4

accesso:
Colle della Maddalena - si scollina sul versante francese per qualche centinaia di metri sino all'evidente slargo sulla dx (cartello) appena oltre il rio.

note tecniche:
L'itinerario é percorribile in "boucle" salendo lungo il percorso classico dal Col de la Gipière d'Oronaye, valutando le possibili condizioni della parete nord-est osservabile poco oltre la Cabane.
La guida TOPO NEIGE UBAYE, valuta la discesa "classica" al centro della parete 4.2 E3; dato il tipo di tracciato che si percorre nella seconda parte direi confermabile (più stretto ed un pochino più ripido).

descrizione itinerario:
Salita:
Si risale la prima parte del Vallone dell'Oronaye fino a q. 2250 circa dove si volge a sinistra per salire al Colle de la Gipière de l'Oronaye (2482 IGN). Da questo punto si risale al meglio il pendio, abbastanza sostenuto, rivolto a N che porta ad un colletto (2676 IGN) a destra di Rocher Peyron (2764 IGN) e poi, per cresta panoramica, sul Rocher Peyron stesso.
Da qui calzati i ramponi per un breve tratto su crestina affilata (una quindicina di metri) sul versante sud, scendere qualche metro e raggiungere le breche che separa il Rocher Peiron dal Bec du Lievre.

Discesa:
Dalla breche scendere lungo il canale breve ma strettino (40°) quindi su pendenza via via più moderata sciare il largo pendio sospeso centrale sino a raggiungere la barra rocciosa che taglia da sx a dx l'intera parete; restando un poco a sx rispetto alla verticale del pendio reperire l'ingresso nel canale che porta alla base della parete (assumere come riferimento il promontorio roccioso che emerge dal lenzuolo sospeso appena superato).
Un breve passaggio (possibile in dry ski) immette nello stretto canalino: 40° in partenza, poi 45°grassi nel tratto centrale sino ad una clessidra che lo chiude al termine(larga due metri circa). Superatala ci si lascia andare sull'ampio conoide a poca distanza dal colle del la Gipière (qualche centinaio di metri a sx).
Vedi tracciato in foto.