Forcola (Punta della) Crestone SO

difficoltà: F+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1250
quota vetta (m): 2248
dislivello complessivo (m): 1000

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Teddy
ultima revisione: 29/04/15

località partenza: Villaretto (Usseglio , TO )

cartografia: Fraternali 1:25000 n.8 Valli di Lanzo

accesso:
Lanzo, Viú, Usseglio, Villaretto dove si parcheggia in uno spiazzo appena imboccata la strada del Vallone d'Arnas (bacheca).

note tecniche:
La P. della Forcola domina Usseglio con una bella piramide rocciosa al di sopra di ripidissimi pendii erbosi e balze rocciose. Da Villaretto é ben visibile il crestone SO che, da poco sopra il villaggio, corre ininterrotto fino in cima, colonizzato da molti camosci, per questo motivo é consigliabile il casco.

descrizione itinerario:
Percorsi 100 mt di strada, al primo tornante lasciarla per attraversare il torrente sul ponte in legno. Rimontare il breve prato fino al visibile muretto in pietre. Costeggiarlo a dx per arrivare al sentiero tra muretti a secco. Presto questo sent. salirá deciso segnato da bolli arancione e giallo, passerá tra mirabili contenimenti del terreno in pietra di pregevole fattura, traversa poi a sx da un enorme blocco di serpentino per uscire sulla dorsale attraverso un curioso mini canyon. Da qui si segue il piccolo ma ben definito sentierino che percorre l'intera dorsale erbosa/rocciosa. Alcuni gradini rocciosi si alternano all'erba, salire sempre sul dosso senza lasciarsi tentare, in alto, dal ripido canale a sx, disagevole a causa della terra che lo ricopre. Ad un colletto alla base di un salto impervio, traversare a dx (ometti) su ripide zolle erbose per poi salire alla base di un'alta parete. Da qui in leggera discesa a sx su traccia poi in verticale fino alla vicina cresta O divisoria dal Vallone Servin. Percorrerla su terreno roccioso con alcuni passi di primo e secondo grado fino all'ometto di vetta. Vista spettacolare. Discesa: per l'itinerario di salita. Si puó anche scendere la parte alta del canale terroso rientrando sulla dorsale molto piú in basso.