Cusna (Monte) da Febbio

L'itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1152
quota vetta/quota massima (m): 2120
dislivello totale (m): 968

copertura rete mobile
tim : 50% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Puzzole
ultima revisione: 19/04/15

località partenza: Febbio (1152 m) (Villa Minozzo , RE )

punti appoggio: Ristori a Febbio

cartografia: Edizioni Multigraphic, Appennino Toscoemiliano, n° 14-16

bibliografia: Scialpinismo nell'Appennino Settentrionale, Gianni Fabbri-Fabio Montorsi, l'escursionista Ed.

accesso:
Da Castelnuovo nei Monti (RE) raggiungere il paese di Febbio e quindi gli impianti di risalita a quota 1152 m (ampio parcheggio).

note tecniche:
Attenzione ai pendii sopra l'ampia radura iniziale che sono soggetti spesso a grosse valanghe, quindi necessitano di neve stabile per il loro attraversamento.

descrizione itinerario:
Dagli impianti di Febbio, si seguono le piste di sci tenendosi sempre verso destra. Raggiunta la quota 1600 m circa, in corrispondenza di una curva della pista, si comincia ad entrare nel bosco fitto in traversata, senza perdere quota.
Si passa in prossimità di una ampia radura, dopo la quale si è alla base del fosso degli Arali. Si risale tale canale fino ad arrivare all'ampio anfiteatro sotto la vetta. Si risalgono gli ampi pendii a destra fino al crinale. Da qui con un ampio semicerchio antiorario si raggiunge facilmente la croce di vetta. Discesa lungo l'itinerario di salita.

Per una salita più lunga e completa, dalla vetta si può scendere il fosso di Prassordo, che riserva sempre neve ottima anche fino a stagione inoltrata. Arrivati in fondo al canale occorre risalire per circa 300 m fino al crinale. Dopodichè la discesa avviene lungo l'itinerario di salita (in totale 1300 m di dislivello).