Pistono (Lago) da Ivrea anello lungo la Dora per Montalto

difficoltà: T   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 250
quota vetta/quota massima (m): 309
dislivello salita totale (m): 200

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Passo dopo passo
ultima revisione: 14/04/15

località partenza: Ivrea (Ivrea , TO )

cartografia: Carta MU foglio 1, Carta dei Cinque Laghi d'Ivrea

accesso:
Ivrea, luogo di partenza dell'itinerario, è facilmente raggiungibile con l'autostrada da Torino, Aosta, Milano.

note tecniche:
Itinerario ad anello caratterizzato dalla grande varietà degli ambienti: dal centro storico di Ivrea al bosco che costeggia la Dora Baltea, dai campi coltivati della pianura ai laghi e ai colli dell’Anfiteatro Morenico.

descrizione itinerario:
Da corso Garibaldi imboccare via Chiaves, salendo sulla collina del Crist; seguire quindi, a sinistra, via delle Germane, scendendo all’omonima borgata, dove bisogna voltare sullo sterrato a destra.
Oltrepassata la Roggia Boasca, voltare a sinistra e seguire lo sterrato, che conduce nei pressi della Dora Baltea: voltando a destra si costeggia il fiume, con possibilità di scendere sulla sua riva, accompagnati sulla destra da un bel bosco di latifoglie.
Dopo circa 600 m. voltare, nell’ordine, a destra, a sinistra, a destra, a sinistra, dritto, a destra, camminando tra i campi coltivati e giungendo all’evidente ponte sul Nuovo Canale scolmatore nei pressi di Colombera. Seguendo la strada, divenuta asfaltata, portarsi verso il centro di Montalto Dora, lungo via Roma prima e via Vallesa poi.
Nella piazza del Municipio voltare a destra: oltrepassato il Convento di Villa Casana la strada inizia a salire, giungendo alla cappella di S. Rocco e a una comoda area attrezzata, la quale offre fresca acqua potabile e una bella veduta verso il soprastante castello, arroccato sul Monte Crovero e recentemente restaurato (normalmente è visitabile in occasione delle Giornate della Primavera organizzate dal FAI).
Voltando a destra ai due incroci successivi (pannelli illustrati con informazioni sulle particolarità geologiche del luogo) si giunge alla Locanda delle Vigne, sul Lago Pistono: da qui si diparte un sentiero che, salendo, costeggia il lato orientale del lago e conduce, divenuto nuovamente sterrato, alla piccola chiesa di S. Croce. Le paline dell’AMI (Anfiteatro Morenico di Ivrea) portano, attraverso il bosco, alla cappella di S. Pietro Martire.
Proseguendo per un centinaio di metri sull’asfalto si giunge all’incrocio con la strada principale: subito prima di quest’ultima, voltare a sinistra e seguire la mulattiera, che porta alla sponda meridionale del lago Sirio (i terreni sono però privati).
Dopo un centinaio di metri sull’asfalto imboccare a destra la lunga via Sant’Ulderico, che conduce nuovamente ad Ivrea.