Breuil (Vallone) da La Thuile, anello degli alpeggi

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MR   [scala difficoltà]
esposizione: Varie
quota partenza (m): 1442
quota vetta/quota massima (m): 2080
dislivello totale (m): 638

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura

contributors: Brunello 56
ultima revisione: 06/04/15

località partenza: La Thuile (La Thuile , AO )

punti appoggio: La Thuile, Rifugio Lo Riondet

cartografia: L’Escursionista, Fg. 02, LaThuile-PS Bernardo, scala 1:25000

accesso:
Seguire la SS26 della Valle d’Aosta fino a La Thuile, dove si parcheggia.

note tecniche:
Gran bell’anello nel vallone delle meraviglie, che porta a toccare tutti gli alpeggi del vallone del Breuil. Il percorso ricalca il tracciato del sentiero estivo, partendo dal curvone di La Cretaz, appena dopo il Rifugio Lo Riondet. Il giro può essere effettuato indifferentemente in senso orario o antiorario (quello qui descritto), unica cosa valutare attentamente l’innevamento: con nevicate eccezionali come il Piccolo sa riservare, i pendii potrebbero essere impercorribili. Forse il periodo primaverile è il più indicato.

descrizione itinerario:
Si parte da La Thuile, si attraversa la Dora nei pressi dell’Hotel Miramonti e seguendo la strada romana, incrociando i tornanti della SS26, si arriva a Pont Serrand. Si attraversa il villaggio e si sale seguendo la traccia del sentiero estivo arrivando ad incrociare nuovamente la SS26 appena a monte del Rifugio Lo Riondet. Salendo si ritrovano quasi certamente tracce di motoslitte o del gatto delle nevi che portano al rifugio: volendo si possono seguire anche queste.
Arrivati al rifugio si prosegue ancora sulla statale (adesso pista da sci) e si arriva in pochi minuti al curvone dove si stacca la sterrata che entra nel vallone del Breuil. Imboccarla e seguirla, quando questa inizia a scendere deviare a destra e – ricordando il tracciato del sentiero estivo – scendere al torrente, attraversarlo sul ponticello e sui pendii sovrastanti risalire il torrente; passati alcuni ruderi si curva a destra e si risale ad incrociare la sterrata; risalendo ancora il pendio si arriva agli alpeggi di Chantè (1933 m). Proseguendo lungo quella che è la traccia della sterrata si arriva all’alpeggio di Plan Veyle (2080 m); guardando in direzione SW si vede l’alpeggio di Barmettes (2020 m): scendendo sui dolci pendii si arriva al ponte sul torrente, lo si attraversa e si risale a Barmettes.
Per il ritorno, da Barmettes si scende sul fondo del vallone e, senza attraversare di nuovo il torrente, si segue quella che è la traccia della strada sterrata; si attraversa su un ponticello l’emissario del Lago di Verney, si scende nei pressi delle baite di Chat Pontaille e si ritrova il punto dove, all’andata, si era abbandonata la strada per scendere al torrente.
Proseguendo ora sullo stesso percorso dell’andata si ritorna a La Thuile.