Cava (Monte) da Tornimparte per la Val Ruella

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1000
quota vetta/quota massima (m): 2000
dislivello totale (m): 1000

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: AKris
ultima revisione: 05/04/15

località partenza: Tornimparte (Tornimparte , AQ )

punti appoggio: Rif. Ferrarecce (Non gestito)

cartografia: Velino-Sirente, Scala 1:25000, Edizioni il Lupo

accesso:
Dall'Autostrada A24 uscita Tornimparte proseguire a SX verso Tornimparte. Poco prima di arrivare a Tornimparte, subito dopo una stretta curva a S, prendere la strada a SX in direzione Castiglione di Tornimparte. Proseguire per pochi chilometri, fino ad incontrare sulla SX una carrareccia con un cartello che indica Ruella. Si puo' posteggiare l'auto all'inizio della carrareccia. Con poca neve e' possibile proseguire ancora, vi sono altri due slarghi dove e' possibile parcheggiare. Tuttavia non so se la sbarra all'inizio della carrareccia puo' venir chiusa.

note tecniche:
Bella gita tranquilla prima su strada, poi per fondovalle con bosco e poi per ampi pendii. Scarso pericolo di valanghe. Fare solo attenzione al primo tratto, sulla strada e poi sui costoni sotto la cima tra il M. Rotondo e la cima del M. Cava.
Puo' essere fatta anche con le racchette da neve.

descrizione itinerario:
Lasciata la macchina si prosegue lungo la strada che prima taglia il costone sotto monte Pizzole, e poi per tornanti risale la stretta gola del fosso Ruella. Usciti dalla gola ci si affaccia su ampi pianori a W del monte Ruella. Sempre seguendo il tracciato della strada (se visibile) altrimenti tenendosi leggermente sulla DX si sale verso dei casali. Sorpassati i casali, passando di fianco ad un fontanile, si prosegue verso S per l'ampia valle del fosso Ruella. La valle, inizialmente larga, via via si stringe, ed in alcuni punti bisogna passare nel bosco. Non vi e' via obbligata ma conviene tenersi dapprima sul lato DX (SX orografica) per poi, in corrispondenza di un'ampia radura, a circa 1600m, traversare nel bosco per passare sull'altro lato (DX orografico). Al termine del bosco la valle piega leggermente verso SE, per poi uscire in un ampio vallone da cui si vede il Rif. Ferrarecce.
Proseguire direttamente verso il Rifugio, e da questo verso DX (SW) contornando la testata della valle che sale dal bosco San Giovanni (E), fino ad un'ampia sella.
Dalla sella in leggera discesa scendere alla presa d'acqua sul fondo della valletta. Superata la presa d'acqua procedere per l'ampio vallone in direzione della cima del M. Cava visibile a S fino al costone che scende dal M. Rotondo (W). Con neve stabile e' possibile salire in diagonale direttamente alla selletta sotto la cima del M. Cava tagliando il costone. Alternativamente conviene salire direttamente al M. Rotondo e da qui per la cresta fino alla cima del Monte Cava.
Variante: Invece di scendere alla presa d'acqua e' possibile volgere a dx e costeggiando il vallone salire al Vao di Femmina morta e da per la cresta, passando per il M. Rotondo, raggiungere la cima del M. Cava.
Per il ritorno si segue lo stesso itinerario. E' anche possibile scendere alla selletta a E della cima del M. Cava e da qui scendere per il vallone, tagliando poi a mezza costa per riprendere il percorso di salita.

altre annotazioni:
La strada per la Val Ruella era la vecchia strada di comunicazione, gia' in eta' romana. Secondo alcuni vi e' passato anche Annibale.