Autour (Punta), Punta Lucellina, Punta delle Serene da Cornetti, giro del Vallone del Pontat

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: OSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Est
quota partenza (m): 1456
quota vetta/quota massima (m): 3022
dislivello totale (m): 1850

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: bongibus
ultima revisione: 04/04/15

località partenza: Cornetti (Balme , TO )

cartografia: Fraternali 1:25000 n.8 Valli di Lanzo

accesso:
Prima del centro dell'abitato di Balme si segue la deviazione verso sinistra che porta all'abitato della Fraz. Cornetti.

note tecniche:
Itinerario ad anello con qualche tratto tecnicamente più impegnativo che ho voluto battezzare in questo modo perché unisce in un'unica soluzione le tre principali cime sci alpinistiche che si affacciano sul Vallone del Pontat.

descrizione itinerario:
Dall'abitato di Cornetti seguire la strada che conduce verso la fraz. Frè e di qui proseguire in direzione del gruppo di case di S.Pancrazio. Circa a quota 1530 abbandonare la strada e svoltare verso sinistra (NO) in direzione dell'imbocco del vallone sospeso che conduce prima verso l'alpe Pian Giaè e poi all'alpe Giasset. Da qui puntare alla sella a quota 2399 alla base della cresta NE della Punta delle Serene. Salire in base alle condizioni di innevamento con sci o picca e ramponi lungo la cresta e guadagnare la vetta della Punta delle Serene. Dalla cima scendere per 100 metri di dislivello in traverso lungo la cresta SO fino a guadagnare la depressione posta tra il colle delle Pariate e la dorsale delle Rocce Priate. Da questo punto risalire interamente la dorsale delle Rocce priate in direzione SO e puntare alla sella posta tra le quote 2931 e 2985 della Punta Lucellina. Dalla sella risalire interamente la cresta ENE di Punta Lucellina (a tratti più sciistica, a tratti più tecnica ed affilata) fino alla sua vetta a quota 3002. Dalla cima scendere lungo la cresta NE fino a quota 2900 circa prestando attenzione a brevi passaggi su roccia e tratti piuttosto esposti. Da questo punto ci si dirige con un lungo traverso verso SE alla base del pendio NO della cima Autour che si risale interamente fino a guadagnare la vetta.
In discesa ripercorrere interamente il pendio NO di Cima Autour, quindi un breve ed ampio canale che immette nel vasto vallone del Pontat. Lungo la discesa nel vallone del Pontat tenere abbondantemente la destra per evitare i salti di roccia terminali e le cascate dell'omonimo vallone. Puntare sin nei pressi del punto inferiore della cresta N di Punta della Sarda e continuare quindi a scendere per pendii piuttosto sostenuti (a tratti con boschina e larici) fino ad attraversare il tratto di bosco che conduce al termine della discesa vera e propria all'alpe Pian Salè. Di qui seguire il torrente e chiudere l'anello tornando sulla carrozzabile verso la fraz. Cornetti.