Manavello (Zucco di) da Rongio

sentiero tipo,n°,segnavia: 13b
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 397
quota vetta/quota massima (m): 1120
dislivello salita totale (m): 870

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: titty79
ultima revisione: 24/03/15

località partenza: Rongio (Mandello del Lario , LC )

punti appoggio: baitello del manavello-no pernottamento

cartografia: kompass 91 lago como-lugano

accesso:
Milano - Lecco - Mandello del Lario,prendere a sinistra passando sotto la ferrovia,poi passare accanto alla Moto Guzzi e seguire le indicazioni per Rongio.

note tecniche:
facile escursione di mezza giornata, non consigliabile con neve e ghiaccio data la ripidezza.
bel vedere sulle grigne, sul loro lato piu' selvaggio e ostico.
in zona ci sono diversi Zucchi, con tratti attrezzati e ferrate, inizio delle creste che conducono alle Grigne.
il Baitello di Manavello non prevede pernottamento ma c'e una stufa, legna e possibilita' di fare grigliate oltre che un fornello a gas.

descrizione itinerario:
lasciata l'auto nel parcheggio di Rongio si prosegue per Via Rossana, si arriva ad un bar e si volta a dx, arrivando alle ultime case del paese, dove inizia una mulattiera acciottolata.
percorrendola, poco dopo, si trovano le indicazioni per lo Zucco di Manavello, 13B, ed in breve si arriva a Rossana.
il sentiero si fa piu' ripido e si entra nel bosco fino a che si incontra il bivio tra il 13B che porta alla bocchetta di Portorella che prosegue diritto e quello che porta diretto al baitello del Manavello.
seguendo il 13B si passa sotto e pendici dello Zucco di Manavello, tutto sempre nel bosco, fino a che si arriva ad un punto panoramico con una panchina in legno vista lago.
da qui ultimo tratto ripido ed infine un breve traverso che ci porta alla bocchetta di Portorella.
seguendo ora la cresta a sx si arriva in breve alla sommita' rotondeggiante del Manavello, oltre il quale, dopo una breve discesa si arriva al Baitello.
oltre quest'iltimo si prende il sentiero segnato che, ancora piu' ripido e diretto scende a Rongio, ricongiungendosi al termine con l'itinerario di salita.
appena sotto il baitello c'e un tratto attrezzato con catene in caso di ghiaccio.